Istruzione e lavoro / Formazione

Commenta Stampa

4° Corso Alta Fomazione Governo del Territorio


4° Corso Alta Fomazione Governo del Territorio
11/01/2010, 16:01

È stato presentato oggi, lunedì 11 gennaio 2010, il 4° Corso di Alta Formazione “Governo del Territorio”, presso la Sala Brun della Camera di Commercio di Napoli.
Il Corso di articolerà in 500 ore distribuite da febbraio 2010 a gennaio 2011. Le ore comprenderanno lezioni frontali, lezioni in videoconferenza, esercitazioni, seminari e workshop ed elaborazione della tesi. E' destinato alla formazione di figure professionali altamente qualificate per gli uffici tecnici, urbanistici e tecnico-amministrativi del settore sia pubblico che privato.
Il bando è disponibile al sito internet www.promosricerche.org. Sono previsti non più di 40 ammessi e la Direzione del corso è a cura del Consorzio Promos Ricerche presso cui dovranno arrivare le domande di iscrizione (Via S. Aspreno 2, 80133 Napoli) entro il 15 febbraio 2010. Il Presidente del Consorzio Promos Ricerche, Pietro Rostirolla, ha evidenziato il ruolo di raccordo fra centri di ricerca ed Enti svolto dal Consorzio, e la relativa funzione di aggregazione per i formatori. Ha poi aggiunto: «È in quest’ottica che rientra il Corso di Alta Formazione “Governo del Territorio” che presentiamo oggi». Il Coordinatore del Corso, Almerico Realfonzo, ha ricordato che nella scorsa edizione: «ci sono state tesi eccellenti, cinque delle quali premiate con borse di studio». L’intento è quello di avere funzionari altamente qualificati nelle Pubbliche Amministrazioni che possano essere motore di sviluppo.

Ecco il testo del Bando

° Corso di Alta Formazione
“GOVERNO DEL TERRITORIO”
2009-2010



Finalità del corso
Il corso di alta formazione “Governo del Territorio” è destinato alla formazione di figure di alta qualificazione professionale per gli uffici tecnici, urbanistici e tecnico-amministrativi di Enti Pubblici e di Istituzioni del settore pubblico e privato, nonché di liberi professionisti, negli indirizzi:
- pianificazione del territorio e gestione del piano
- tecniche catastali e tributarie per il governo del territorio.

Percorso formativo
Il percorso formativo consta di 500 ore, di cui:
lezioni frontali, lezioni in videoconferenza ed esercitazioni, per un totale di 338 ore;
seminari e workshop per un totale di 26 ore;
elaborazione della tesi 136 ore, con periodica assistenza, in una sede del Corso, da parte del Corpo docente.
Nell’ambito del complessivo monte ore destinato all’elaborazione tesi, é prevista la possibilità di frequenza opzionale di stage presso strutture pubbliche e/o private.

Svolgimento del corso
L’inizio del Corso è previsto nel mese di febbraio 2010 e la sua conclusione nel mese di gennaio 2011.
L’attività didattica si terrà nelle sedi di Napoli, Roma, Bari, Bologna e Torino, come stabilirà il calendario del percorso formativo. Qualora il numero di richieste lo giustifichi, la Direzione del Corso si riserva di attivare anche l’ulteriore sede didattica di Palermo. Le lezioni frontali saranno erogate prevalentemente nelle sedi di Napoli e Torino.

Posti a bando
L’ammissione e’ riservata ad un massimo di 40 iscritti e 10 uditori.
Dei 40 posti ordinari, 10 sono riservati a personale selezionato dall’Agenzia del Territorio.
Il corso è subordinato all’ammissione di almeno 25 iscritti ordinari.
Previa valutazione del Consiglio Scientifico il numero massimo di ammessi potrà essere aumentato.

Modalità di ammissione
Il corso è riservato a persone in possesso di diploma di laurea (vecchio e nuovo ordinamento) in: Ingegneria, Architettura, Economia, Giurisprudenza, Scienze Politiche, Statistica e Scienze Agrarie e Forestali, con titolo conseguito in Italia o con titolo equipollente conseguito all’estero.
Fatti salvi i posti riservati all’Agenzia del Territorio l’ammissione ai residui posti del Corso avverrà sulla base di graduatoria che terrà conto del voto di laurea, di eventuali titoli addizionali pertinenti (dottorato, specializzazione, assegni di ricerca, master, esperienze lavorative pregresse) ed, a parità di graduatoria, dell’ordine cronologico di presentazione delle domande.
Esaurita la graduatoria dei laureati e fino al raggiungimento del numero massimo di iscritti, è prevista l’ammissione di laureandi nei sopradetti Corsi di laurea, se in debito del solo esame finale di laurea. L’ammissione avverrà sulla base di graduatoria formata tenendo conto della votazione media degli esami sostenuti ed, a parità, dell’ordine cronologico delle domande pervenute.
Esaurita la graduatoria dei laureandi, potranno essere ammesse al Corso persone di documentata esperienza professionale nelle attività di cui agli indirizzi del Corso, previa valutazione del Consiglio Scientifico.

Direzione del corso
La Direzione del Corso ha sede presso il Consorzio Promos Ricerche che è anche la struttura responsabile della gestione amministrativa ed operativa del Corso.
Il coordinamento scientifico del Corso è affidato al Prof. Ing. Almerico Realfonzo.

Articolazione del corso
Il quadro strutturale del Corso comprenderà le seguenti Aree disciplinari, le cui attività saranno distribuite tra lezioni, frontali ed in videoconferenza, ed esercitazioni, come stabilirà il calendario del percorso formativo:

Area disciplinare “Geografia politico - economica”:
• Politica dell’ambiente e dell’innovazione territoriale
• Pianificazione e organizzazione del territorio
• Sistemi informativi geografici

Area disciplinare “Scienze politiche e sociali”:
• Sociologia nella pianificazione del territorio
• Sociologia della comunicazione

Area disciplinare “Ingegneria civile e architettura per il piano”:
• Pianificazione territoriale e urbanistica
• Programmazione attuativa del piano
• Formazione del piano socio-economico
• Formazione del piano territoriale urbanistico
• Analisi della fattibilità dei piani e dei grandi progetti
• Informatica per il piano

Area disciplinare “Estimo ed economia territoriale”
• Analisi del mercato immobiliare
• Tecniche estimali avanzate quantitative e qualitative
• Valutazione dei rischi dell’ investimento pubblico e privato.

Area disciplinare “Catasto e fiscalità immobiliare”:
• Discipline tecnico - erariali
• Discipline tributario - catastali

Area disciplinare “Scienze aziendali. Competenze manageriali e gestionali”:
• Gestione dei progetti
• Gestione del cambiamento: modelli cooperativi e interistituzionali
• Piani di gestione per la valorizzazione ed il governo del territorio

Area disciplinare “Scienze giuridiche”:
• Diritto amministrativo
• Diritto urbanistico, ambientale e dei beni culturali
• Diritto della Comunità Europea
• Diritto tributario

Area disciplinare “Scienze economiche”:
• Valutazione dei piani e dei grandi progetti
• Finanza di progetto
• Programmazione dello sviluppo.

In particolare, nel corso verranno analizzati casi di studio relativi a piani territoriali e di sviluppo socio-economico e grandi progetti di intervento sul territorio, esponendone, con la pertinente documentazione, gli aspetti tecnici, economici, attuativi e le connesse valutazioni d'impatto e di fattibilità.
Nel corso saranno altresì approfondite le tematiche concernenti gli osservatori dei mercati immobiliari, la qualità della stima, la valutazione degli investimenti nel settore immobiliare, i profili innovativi in tema di catasto e fiscalità immobiliare, nonché altri strumenti di supporto alle attività di governo del territorio.

Frequenza
La frequenza è obbligatoria per il 70% del monte ore destinato alle lezioni, frontali ed in videoconferenza, ed alle esercitazioni.

Stage
L’eventuale stage opzionale, ove se ne dia la possibilità organizzativa, potrà essere svolto presso strutture rappresentative della Pubblica Amministrazione locale, delle Amministrazioni Centrali e Periferiche dello Stato, dell’Università, del mondo della produzione e delle professioni, coinvolte in forma di partnership con i soggetti promotori del Corso.

Tesi e colloquio finale
Nella parte finale del corso, i partecipanti dovranno redigere un elaborato scritto di tesi, con il supporto di tutori e docenti, nonché sostenere un colloquio sulla tesi con una Commissione di docenti.

Attestato finale
Ai partecipanti (esclusi gli uditori) che abbiano superato il colloquio finale, verrà rilasciato apposito attestato.

Consiglio Scientifico
Il Consiglio Scientifico sarà costituito dal Presidente del Consorzio Promos Ricerche, Prof. Pietro Rostirolla, dal Coordinatore del Corso Prof. Ing. Almerico Realfonzo, dai rappresentanti degli Enti partecipi al Corso e, su proposta del Coordinatore, da responsabili delle aree disciplinari e di Enti patrocinanti.

Domanda di ammissione
La domanda di ammissione al Corso, dovrà pervenire al Consorzio Promos Ricerche, Via S. Aspreno 2, 80133 Napoli, esclusivamente a mezzo raccomandata semplice, entro il termine del 15 febbraio 2010. A tal fine farà fede il timbro e la data dell’Ufficio Postale accettante.
La domanda dovrà essere corredata da:
- autocertificazione in merito al possesso dei requisiti richiesti dal bando;
- scheda anagrafica del candidato
- fotocopia di un valido documento di riconoscimento;
- curriculum vitae et studiorum;
- copia della ricevuta del versamento della rata di acconto, a titolo di impegno
- certificato degli esami sostenuti con indicazione della data e del voto (solo per i laureandi)
Sono esonerati dall’allegare la copia della ricevuta del versamento della rata di acconto i dipendenti dell’Agenzia del Territorio, che intendono partecipare alla procedura selettiva per l’assegnazione dei 10 posti riservati.
La modulistica è disponibile sul sito

Retta di frequenza
La retta di frequenza dei partecipanti è prevista in euro 3.500, pagabili in due rate da euro 1.500 cadauna, oltre la rata di acconto pari a 500 euro. La retta degli uditori è prevista in euro 800, di cui 300 euro in acconto.
I versamenti dell’acconto e delle rette di frequenza dovranno essere effettuati sul c/c n. 27/7642 alle coordinate IBAN: IT78 P010 1003 4010 0002 7007 642, intestato al Consorzio Promos Ricerche.

Borse di studio
Borse di studio saranno assegnate ai partecipanti, esclusi i beneficiari di altri sussidi e gli uditori, sulla base di criteri stabiliti preventivamente dal Consiglio Scientifico.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©