Istruzione e lavoro / Scuola

Commenta Stampa

A scuola con “Siti Reali”, partono gli eventi e i laboratori del 2010


A scuola con “Siti Reali”, partono gli eventi e i laboratori del 2010
02/02/2010, 10:02


NAPOLI - Il fitto programma di attività dell’ufficio didattica del distretto culturale dei siti reali – promosso dall’omonima associazione onlus - a partire dal mese di gennaio fino a luglio 2010, offrirà ai ragazzi e le scuole primarie e secondarie di I/II grado del territorio la possibilità di partecipare ad attività ed eventi che hanno lo scopo di avvicinare già in età scolare il pubblico dei più giovani allo straordinario patrimonio di risorse culturali e ambientali che fanno riferimento al circuito dei Siti Reali borbonici in Campania.
Nell’ambito della valorizzazione delle attività artigianali e manifatturiere legate al settecento a Napoli l’Associazione Onlus “Siti Reali” in collaborazione con la Fondazione Mondragone, con la quale ha sottoscritto lo scorso novembre 2009 un protocollo d’intesa al fine di promuove, valorizzare e far conoscere le tradizioni artigianali campane e meridionali del Tessile e dell’Abbigliamento, ha organizzato, a partire da gennaio 2010, progetti didattici, attività laboratoriali, itinerari culturali ed eventi, presso lo scenografico complesso della Fondazione Mondragone, già sede di una scuola femminile di lavoro, diventato recentemente, grazie ad un protocollo d’intesa sottoscritto dalla Fondazione con la Presidenza della Regione Campania, “Museo della Moda e del Tessile E. Aldobrandini” e dal 2003 sede del “Polo regionale della moda femminile”,
Inoltre, tra le varie attività didattiche del nuovo anno promosse dall’Associazione, va ricordata la realizzazione dello spettacolo “Il Teatro svelato, raccontando Ferdinando”, che si terrà a Napoli il 10 febbraio 2010 alle ore 10,00 presso “Il Pozzo e il pendolo”, con la regia di Adriana FOLLIERI.
Tale progetto, nasce dalla collaborazione tra l’Associazione Onlus “Siti Reali” e la compagnia “Manovalanza - Teatro”, che si propone, attraverso la teatralizzazione di vicende storiche, di integrare e avvicinare il “tempo-scuola” con il “tempo-libero”, realizzando un incontro interdisciplinare profondamente formativo ponendo, come obiettivo principale, quello di favorire la relazione tra i ragazzi delle scuole ed il teatro.
E’ previsto, infine, per lo spettacolo, un tour itinerante nelle scuole del territorio campano, nell’ambito del quale gli istituti interessati potranno richiedere la realizzazione dello stesso presso la propria scuola e/o presso idonei spazi attrezzati.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©