Istruzione e lavoro / Scuola

Commenta Stampa

A scuola di legalità con il dottor Magi al “Manzoni”.


A scuola di legalità con il dottor Magi al “Manzoni”.
03/05/2012, 14:05

Giustizia e legalità, questo il tema affrontato nell'incontro-dibattito tenutosi pochi giorni fa presso il Liceo” Manzoni “di Caserta, evento che ha riscosso grandissimo successo e che è stato voluto dalla Preside del Liceo, dott.ssa Adele Vairo, e realizzato grazie al Prof. Avv. Massimiano Sciascia, professore presso la facoltà di Scienze Politiche della SUN.
L'evento ha visto la partecipazione straordinaria del dott. Raffaello Magi, Presidente del Tribunale di Santa Maria C.V. Sezione Misure di Prevenzione, magistrato da sempre in prima linea nella lotta alla criminalità organizzata e noto alla collettività per essere stato l'estensore della sentenza che ha definito il più grande processo al clan dei casalesi, denominato “Processo Spartacus”.
Il nome del noto magistrato è ribaltato alle cronache per i suoi numerosi impegni nella lotta al crimine. Il dott. Magi ha condotto un magistrale intervento sulla tematica dei diritti e sugli aspetti più delicati del fenomeno della criminalità organizzata e delle influenze che essa esercita sulla società e sulla economia.
“Il Diritto non è immutabile, è in continuo divenire. Non serve imparare a memoria una norma. Bisogna, invece, sapere il perché essa sia stata scritta, cosa si nasconde dietro di essa, quali interessi rappresenta. Per me deve andare in carcere solo la persona che è veramente pericolosa per gli altri. Chi non ha questo livello di pericolosità non deve stare in carcere. Molti, infatti, oggi, che sono carcerati, non dovrebbero esserlo. Il problema vero è promuovere una sensibilità collettiva verso questa tematica così scottante, ma anche così attuale”.
Queste le efficaci parole del brillante magistrato, applaudito a lungo dagli studenti presenti in sala.
All’incontro ha preso parte anche l'avvocato Domenico Cesaro, penalista aversano, il quale è intervenuto sui temi affrontati dal Dott. Magi nel suo ultimo libro dal titolo "Dentro la giustizia" ed ha contribuito al tema oggetto dell'incontro, portando la sua esperienza professionale sui rapporti tra crimine organizzato e Stato- apparato.
Gli interventi sono stati moderati dal prof. Sciascia e sono state numerose le partecipazioni degli studenti attraverso le molte domande poste ai relatori.
Ancora una volta la Preside Vairo ha centrato il suo bersaglio, sottoponendo ai suoi innumerevoli studenti tematiche scottanti, come la lotta alla camorra, che dilania il nostro territorio, convinta che solo dalla base si potrà sconfiggere questo cancro, perché i giovani, i suoi studenti, ascoltando le testimonianze di coraggiose personalità che ogni giorno con la loro encomiabile opera combattono la criminalità organizzata, potranno essere forse in grado di costruire un domani un mondo migliore.
Alessandra Natale

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©