Istruzione e lavoro / Imprese

Commenta Stampa

ACEN: Siglato un accordo per favorire lavoratori e imprese


ACEN: Siglato un accordo per favorire lavoratori e imprese
03/08/2010, 16:08

La Cassa Edile della provincia di Napoli raccoglie le indicazioni dell’ACEN e dei Sindacati di categoria per sostenere imprese e lavoratori edili nella grave congiuntura in atto, varando un piano di iniziative straordinarie che esalta le sinergie del comparto.

E’ questa in sintesi la “strategia” messa a punto dalle organizzazioni di rappresentanza della categoria edile per sostenere le imprese e i lavoratori del comparto in questo difficile frangente, visti il perdurare della crisi e dei suoi effetti sull’economia locale e, dunque, sul mondo del lavoro.

Per lavoratori e imprese saranno parallelamente attuate due operazioni straordinarie mettendo in campo risorse umane e finanziarie dell’ente paritetico Cassa Edile provinciale, chiamato ad un impegno organizzativo ed operativo eccezionali.



Nello specifico, a favore dei lavoratori, sarà effettuata una campagna di raccolta di dati incrociati fra le banche dati del sistema e quelle esterne accessibili, per contattare gli operai edili che dal 1/10/2000 al 30/9/2009 non hanno ricevuto le spettanze contrattuali (per loro irreperibilità e cause similari).

Sempre a favore degli operai edili denunziati in Cassa previste, inoltre, ulteriori e più complete prestazioni assistenziali, secondo le indicazioni del “regolamento assistenze” messo a punto dalle parte sociali, che entrerà in vigore dal 1/10/2010. Si tratta di contributi diretti e indiretti, a vantaggio cioè dei lavoratori e dei loro familiari, concernenti la sfera sanitaria e non.



Per un sostegno tangibile e concreto alle imprese regolari si è stabilito di procedere una tantum ad una “riapertura dei termini” per la consegna della documentazione prescritta ed omessa limitatamente al triennio 1/10/2006 - 30/9/2009: sarà così possibile per i datori di lavoro ottenere somme a titolo di “rimborso anticipazione malattia ed infortunio”, viceversa non più riscuotibili per intervenuta decadenza.

Le imprese che intendano beneficiare di questa misura straordinaria dovranno manifestare adesione - solo a mezzo di raccomandata a.r.- entro 60 giorni dall’apposita “lettera di invito” della Cassa Edile di Napoli, di imminente spedizione.

A “titolo transattivo” alle aziende verrà corrisposto un importo sino al 60% del credito dichiarato nel triennio (come effettivamente ricalcolato e sia pur tardivamente documentato).



E’ stato possibile varare tali misure straordinarie gestite attraverso la Cassa edile, presieduta da Antonio Savarese, a seguito dell’unità d’intenti e condivisione di analisi e prospettive fra il presidente dell’Acen, Rudy Girardi, ed i responsabili delle segreterie provinciali sindacali di categoria Feneal Uil, Andrea Lanzetta, Filca Cisl, Giovanni D’Ambrosio e Fillea Cgil, Ciro Nappo.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©