Istruzione e lavoro / Imprese

Commenta Stampa

Acquisizione Caremar. Sommese deluso


Acquisizione Caremar. Sommese deluso
25/06/2009, 15:06

“Dalla riunione odierna del Tavolo Tecnico relativo all’acquisizione della Caremar, emerge ancora una volta in maniera pericolosa per l’economia della nostra regione, il totale disinteresse del Governo Nazionale” così commenta il Presidente della Commissione Regionale Trasporti, Pasquale Sommese.
 
“La Regione Campania – precisa Sommese – attraverso il sussidio tecnico giuridico di ACAM sta mettendo in campo tutti gli strumenti politici per condurre “in porto” l’acquisizione con una particolare attenzione agli aspetti finanziari ed occupazionali. L’indebitamento complessivo della Tirrenia (900 milioni di euro) e le sue perdite annuali sono un problema che va risolto prima di procedere con l’acquisizione da parte delle regioni interessate. Gli ostacoli frapposti dal Ministero non consentono, finora, di procedere speditamente all’operazione che coinvolge centinaia di lavoratori e migliaia di cittadini delle isole del Golfo di Napoli”.
 
“Per non gravare la Regione Campania dei debiti pregressi – sottolinea il Presidente Sommese – occorre prevedere, così come fatto per Alitalia, una specifica “bad company”, in cui riversare le situazioni debitorie maturate dalla precedente gestione Tirrenia. Anche l’obbligo di privatizzazione/liberalizzazione del servizio imposto dal Ministero dei Trasporti, deve avere una necessaria fase di transizione, in considerazione del fatto che per gli isolani non esiste alternativa modale e, quindi, il trasporto via mare assume una funzione strettamente sociale. Ma anche questa volta – con il colpevole silenzio della pattuglia di deputati campani che appoggiano il Governo Berlusconi – c’è una cocente disparità di trattamento, già dolorosamente sperimentata dai lavoratori di ATITECH e FIAT, sacrificati sull’altare della difesa degli interessi del Nord”.
 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©