Istruzione e lavoro / Imprese

Commenta Stampa

Agricoltura: on line il nuovo atlante nazionale del territorio rurale


Agricoltura: on line il nuovo atlante nazionale del territorio rurale
21/11/2009, 11:11


ROMA - “L'agricoltura è cambiata e continua a cambiare. Questo lavoro mette a fuoco e indirizza i nuovi ruoli e servizi che il territorio rurale può offrire alla società moderna. L'agricoltura è di nuovo al centro delle politiche nazionali: capirne a fondo possibilità e specificità è indispensabile per costruirne lo sviluppo futuro”. Così il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali Luca Zaia presenta il nuovo Atlante Nazionale del Territorio Rurale da oggi consultabile sui siti www.politicheagricole.gov.it e www.reterurale.it .  L'Atlante fotografa i territori, le loro caratteristiche fisico-ambientali e socio-economiche, le differenze e diseguaglianze in termini di infrastrutture sociali, anche in relazione alle politiche europee sullo sviluppo rurale. In uno scenario economico e territoriale modificatosi tanto profondamente nel corso degli ultimi anni, questo volume suggerisce nuove prospettive di analisi dei problemi e delle soluzioni di sviluppo; indaga la nuova frontiera della green economy e indica come valorizzarne le opportunità anche per territori posti ai margini del modello di sviluppo conosciuto dal Paese nella lunga stagione della crescita urbana e industriale.
“L'Atlante - spiega il Ministro Zaia - fornisce una chiave di lettura positiva e integrata dei problemi che ancora attanagliano le aree più svantaggiate dell'Italia, a partire dai paesaggi agrari e dalle risorse urbane e dal rapporto, difficile e articolato, fra il mondo rurale e quello metropolitano. Il primo è non solo deposito di valori identitari e qualità dell'ambiente, ma è anche, con le sue comunità e aziende agricole, il mezzo più forte che abbiamo per offrire l'Italia ad una domanda turistica che sceglie i luoghi dove meglio si sposano il paesaggio colturale e culturale di un territorio”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©