Istruzione e lavoro / Università

Commenta Stampa

Al via la IV edizione di Cinema Letteratura e Diritto al Suor Orsola Benincasa


.

Al via la IV edizione di Cinema Letteratura e Diritto al Suor Orsola Benincasa
13/10/2009, 17:10

L'Aula Magna dell’Università degli Studi Suor Orsola Benincasa di Napoli ha ospitato l'incontro di presentazione della quarta edizione della rassegna "Cinema, Letteratura e Diritto". L’appuntamento inaugurale è stato dedicato alla proiezione del film "...e l’uomo creò Satana" di Stanley Kramer, regista di "Questo pazzo, pazzo, pazzo, pazzo mondo" e di "Indovina chi viene a cena?", il quale realizzò nel 1960 questo dramma giudiziario tratto da un testo teatrale famoso, "Inherit the Wind" di Jerome Lawrence e Robert E. Lee. Il film racconta la storia di un piccolo villaggio USA dove, nel 1925, il pastore, d’accordo con i "maggiorenti" locali, denuncia l'insegnante di una scuola perché illustra ai suoi allievi le teorie darwiniste sull'evoluzione della specie e ha offerto lo spunto per il dibattito, successivo alla proiezione, sui temi della libertà di espressione e di insegnamento e sul rapporto tra etica, legge e religione.
La Facoltà di Giurisprudenza del Suor Orsola Benincasa, con il sostegno dell’Associazione Amici di Suor Orsola per la Promozione degli Studî Giuridici, ha voluto fortemente anche nell’anno accademico 2009-2010 il ritorno della rassegna "Cinema, Letteratura Diritto" con un duplice obiettivo: rafforzare i percorsi formativi integrativi all’interno dei corsi di laurea ed avere un momento di incontro sui temi del diritto e della giustizia per la città, per la comunità dei giuristi ed in particolare per i giovani studiosi del settore. "Si tratta di un’iniziativa originale – ha spiegato Franco Fichera, preside della Facoltà di Giurisprudenza del Suor Orsola – nata nel 2006 nel nostro Ateneo ed ora riproposta anche in altre università, il che per noi rappresenta un motivo di grande soddisfazione. Anche perché in un contesto accademico molto attento agli approfondimenti teorici ed alle dimensioni pragmatiche del diritto, a mio giudizio, per gli studenti assume un grande valore didattico e di riflessione potersi confrontare con gli sguardi sulla realtà che può offrire un’opera letteraria o cinematografica."
La rassegna ha per titolo "Davanti alla legge. Immaginare il diritto" con un chiaro riferimento alla celebre parabola kafkiana sulla necessità della legge (la porta aperta), sulla sua destinazione, sulla sua forma e interpretazione; parabola nella quale Kafka riprende, riscrivendola, una tradizione secolare che risale a Origene. Come da tradizione , il ciclo alternerà proiezioni cinematografiche a lezioni sui classici della letteratura, sempre con il filo conduttore del diritto e dei suoi tanti risvolti pratici e teoretici. Sugli schermi dell’Aula Magna del Suor Orsola si alterneranno pellicole che hanno fatto la storia del cinema come "..e l’uomo creò Satana" di Stanley Kramer (USA,1960 ) o "In nome della legge" di Pietro Germi (Italia 1949) e nuove ed interessanti letture cinematografiche dei problemi giuridici degli ordinamenti contemporanei come quelle proposte da Jean-Pierre e Luc Dardenne ne "Il matrimonio di Lorna" (Belgio 2008) o da Clint Eastwood in "Gran Torino" (USA 2008). Un appuntamento particolarmente significativo sarà quello di martedì 10 Novembre con la proiezione di uno dei più grandi capolavori del cinema italiano, "In nome della legge" di Pietro Germi (Italia 1949) ed il successivo dibattito sul tema "Mafie e giustizia" con la partecipazione di Antonio Ingroia, procuratore aggiunto della DDA - Direzione Distrettuale Antimafia di Palermo, Lia Sava, sostituto procuratore della DDA di Palermo e Raffaele Marino, sostituto procuratore della DDA di Napoli. Nella sezione dedicata a "Letteratura e Diritto" un incontro di rilievo sarà, invece, quello del 3 Novembre con Benedetta Craveri, docente di Letteratura Francese all’Università Suor Orsola Benincasa, che rileggerà la "Carmen" di Prosper Mérimée con una singolare attenzione alle implicazioni legate ai temi della legge e della giustizia. Eccezionalmente di lunedì il 16 Novembre ci sarà, inoltre, un appuntamento speciale della sezione "Letteratura e Diritto" con la presenza dell’avvocato e scrittrice Simonetta Agnello Hornby che discuterà del suo ultimo successo "Vento scomposto" che racconta, attraverso la storia di un tragico errore investigativo, a seguito del quale un padre viene accusato erroneamente di abusi nei confronti della figlia, il complesso sistema giudiziario e degli operatori sociali sui temi della tutela dei minori.
La rassegna avrà luogo presso l’Università Suor Orsola Benincasa tutti i martedì alle ore 15-30 fino al 15 Dicembre e vedrà, tra gli altri, gli autorevoli interventi di Gianni Canova, docente di Teoria e critica del cinema allo IULM di Milano, Gennaro Carillo, docente di Storia delle dottrine politiche all’Università Suor Orsola Benincasa, Antoine Garapon, direttore dell’Istituto di Alti Studi sulla Giustizia di Parigi, Roberto Escobar, firma prestigiosa della critica cinematografica per "Il Sole24ore" e Roberto Scarpinato, scrittore e procuratore aggiunto presso la Direzione Distrettuale Antimafia di Palermo.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©