Istruzione e lavoro / Formazione

Commenta Stampa

Casal Di Principe in prima linea per la legalità

Al via un Master per i beni confiscati alla camorra


.

Al via un Master per i beni confiscati alla camorra
28/09/2010, 18:09

 CASAL DI PRINCIPE (CE) – Si è svolta oggi, presso la sede dell’Università per la Legalità e lo Sviluppo la presentazione alla stampa della prima edizione del Master in Promozione Valorizzazione e Riutilizzo dei Beni Confiscati alla criminalità organizzata. Alla presentazione del nuovo Corso di specializzazione, promosso dall’Università ‘Suor Orsola Benincasa’ , in collaborazione con la Fondazione Pol.i.s, con il sostegno della Fondazione per il Sud, ed in partenariato con l’associazione ‘Libera’, il Consorzio ‘S.O.L.E.’ ed il Consorzio Agririnasce, hanno partecipato il sindaco di Casal di Principe, Pasquale Martinelli, Ottavio Corvino, assessore ai beni confiscati, Silvio Lugnano, docente di Criminologia all’Università ‘Suor Orsola Benincasa’, Davide Pati, responsabile dell’Ufficio beni confiscati alla criminalità dell’Associazione ‘Libera’. Sono mancato all’incontro a causa di impegni istituzionali il procuratore aggiunto della Dda di Napoli Federico Cafiero de Raho, ed il presidente della provincia di Caserta Domenico Zinzi. L’incontro è servito agli organizzatori per chiarire i parametri del Master specialistico rivolto in maniera particolare, come sottolineato anche dal primo cittadino, ai giovani laureati in ingegneria, architettura, economia, giurisprudenza, tutti settori nei quali esiste il cointeressamento con la figura professionale che poi deve venire fuori. In maniera particolare si è parlato delle strutture già confiscate e del loro riutilizzo nei progetti dell’amministrazione comunale per il bene della collettività.

Commenta Stampa
di Rosario Lavorgna
Riproduzione riservata ©