Istruzione e lavoro / Formazione

Commenta Stampa

Seminario di studi alla Link Campus University

Alta formazione: dall'aula all'impresa


.

Alta formazione: dall'aula all'impresa
02/06/2012, 12:06

NAPOLI - Dall'aula all'impresa, strategie ed opportunità dell'alta formazione' questo il tema dell'importante seminario organizzato dal Link Campus University. Un tema imprescindibile che oggi trova l'ostacolo della crisi globale che tra le altre cose depaupera anche la risorsa umana. Nonostante questa stagione di recessione, l'investimento sulla formazione resta imprescindibile anche in considerazione delle risorse che la UE garantisce proprio per l'alta formazione. Non è velleitario dunque parlare del passaggio dallo studio all'impresa specie se determinate garanzie come sostegni ed incentivi continuano ad essere assicurate. L’ideale sarebbe che politica facesse un passo indietro rispetto all'Università, ente delegato a ricercare le figure migliori da inserire nei reparti produttivi. Una sinergia più attiva tra Università e Impresa potrebbe apportare un sostanziale miglioramento sia al mercato del lavoro sia alla qualità dei servizi. Ma se da una parte tutti si dicono in accordo sull’importanza della sinergia tra ente formatore e azienda che usufruisce della formazione acquisita, dall’altra si impone una riflessione seria su quelle che sono poi le prospettive reali che attendono i giovani. Ed è proprio su queste congiunture che l’incontro ha visto come testimonianza di best practice le esperienze sul territorio di chi è riuscito nell’impresa di rendere operativo questo link tra alta formazione e strategie d’impresa. Non sempre l’Università mette in condizioni di poter operare, o meglio, oggi non sembra il luogo più deputato a fare formazione pratica. Questo il senso dell’intervento del nostro direttore editoriale Livio Varriale, giovanissimo imprenditore con le idee ben chiare, e soprattutto con una visuale non imbrigliata nei meandri della pura prassi teorica cultural-baronale. In ultima analisi un momento importantissimo di riflessione su quale sia oggi il cammino da intraprendere per poter, da un lato salvaguardare la grande tradizione neoclassica del sapere, e dall’altro ricercare quella sintonia con il mondo digitale che ci circonda.



Commenta Stampa
di Rosario Lavorgna
Riproduzione riservata ©