Istruzione e lavoro / Imprese

Commenta Stampa

Ambasciatore dell’Uganda Rwabita visita le imprese della Piana del Sele


Ambasciatore dell’Uganda Rwabita visita le imprese della Piana del Sele
20/06/2010, 21:06

Organizzata dalla Camera di Commercio ItalAfrica Centrale lunedì 21 e martedì 22 giugno prossimi si realizzerà, presso alcune tra le maggiori imprese della Piana del Sele, la visita ufficiale dell’ambasciatore in Italia della Repubblica di Uganda e membro permanente presso la FAO S.E. Deo K. Rwabita. “L’incontro con gli imprenditori salernitani sarà propedeutico alla missione organizzata per settembre in Uganda, finalizzata all’internazionalizzazione delle nostre aziende in un territorio dalle enormi possibilità di sviluppo ed epicentro di un mercato che, per la sola fascia subsahariana, conta circa 500 milioni di potenziali clienti” spiega il presidente di ItalAfrica Centrale, l’ingegnere Alfredo Carmine Cestari.
“L’Uganda con i suoi altopiani è battuta dal vento” spiegò l’Ambasciatore Rwabita in occasione della visita dello scorso 25 maggio nella sede della camera di Commercio ItalAfrica Centrale. “Crediamo molto nella produzione di energia da fonti rinnovabili, nell’eolico e nel fotovoltaico. Importate è però anche creare in loco la filiera della raccolta, trasformazione e confezionamento di prodotti agroalimentari, caffè, carne di allevamento. Abbiamo inoltre bisogno di recuperare la rete ferroviaria esistente e costruirne di nuove. Oggi l’Uganda, con le sue risorse ed un potenziale mercato interno di 31 milioni di persone, è il Paese delle opportunità per gli occidentali che intendano investire. Aspettiamo a Kampala la delegazione di imprenditori italiani: a disposizione di ItalAfrica Centrale e dei suoi associati ci saranno i ministri competenti per settore”.
Tra i settori a maggiore sviluppo in Uganda: produzione di energia alternativa, agroalimentare, trasformazione della carne ed implementazione dell’intera filiera, edilizia residenziale, infrastrutturazione, forniture per il terziario, trasporto su ferro, ospedaliero, laboratorio-medicale, formazione professionale, aeronautico, commercializzazione dei prodotti della foresta, turismo. In espansione, poi, il comparto minerario.
Lunedì 21 giugno
Giunto in Campania dalla sua residenza romana, l’ambasciatore Rwabita visiterà in mattinata gli impianti eolici di Forano, nella valle del Fortore in territorio beneventano (l’Uganda punta molto sulla produzione di energia da fonti rinnovabili).


Ore 16 - Il diplomatico si sposterà, accompagnato dalla moglie Kakuriima Connie Rwabita, presso l’azienda Montecarmelo s.r.l. sita in viale Spagna, Zona Industriale Battipaglia: impresa specializzata nell’importazione di caffè crudo. L’azienda importa caffè arabica dal Brasile, Colombia, Costarica e Salvador e caffè robusta dall’Uganda, Costa d’Avorio, India, Vietnam e Indonesia per un complessivo di circa 300 containers all’anno (lo stabilimento si estende su 6 mila mq di superficie). L’azienda distribuisce su tutto il Territorio Nazionale con consegne giornaliere.
Ore 19 - Partecipazione alla tavola rotonda sul tema degli ‘acidi folatici naturali in agricoltura’ presso azienda agricola Improsta di Eboli. Oltre all’ambasciatore Rwabita ed al presidente Cestari interverranno Corrado Caramico, il presidente di Confagricoltura Rosario Rago, il direttore Provinciale Confagricoltura Luigi Orsetto. Gli interventi verteranno sull’attività di promozione e sviluppo tra Italia e Uganda.

Ore 21 - Cena all’Hotel San Luca di Battipaglia dove l’ambasciatore e sua moglie pernotteranno.


Martedì 22 giugno

Ore 9 – Con il presidente Cestari, l’ambasciatore visiterà il caseificio La Perla del Mediterraneo di località Ponte Barizzo, unica azienda produttrice di mozzarella di bufala e ricotta senza lattosio per chi è intollerante.

Ore 10.30 - Visita all’azienda agricola-frutticola F.lli Secondulfo di Battipaglia con sedi anche a Somma Vesuviana e a Trani in Puglia.

Ore 12 - Visita al frantoio Maria Provenza Torretta che produce l’undicesimo olio al mondo, classifica stilata dal Corriere della Sera.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©