Istruzione e lavoro / Imprese

Commenta Stampa

Ance: Lombardi, importante investire sulla formazione


Ance: Lombardi, importante investire sulla formazione
14/10/2009, 10:10


Si è svolto ieri mattina all’ANCE di Salerno l’incontro con l’Assessore provinciale Antonio Iannone per illustrare alle aziende del comparto edile il Piano Provinciale di Programmazione Pluriennale 2009-2011 sulla formazione Professionale. «Il nostro auspicio – ha detto il presidente dell’ANCE Salerno, Antonio Lombardi – è che la programmazione provinciale riservi grande attenzione al comparto delle costruzioni che in provincia di Salerno rappresenta il 25% del PIL, più del doppio del dato nazionale. È importante investire sulla formazione e sulla qualificazione del settore anche per arginare segnali allarmanti che, in questi mesi, purtroppo non mancano. Da gennaio ad oggi sono 3000 i lavoratori in provincia di Salerno posti in cassa integrazione e ciò è dovuto anche al drastico calo degli investimenti: soltanto per i bandi di gara abbiamo registrato una flessione del 38%». Le responsabilità di questo grave momento congiunturale secondo il presidente dell’ANCE risiedono in buona parte «in una burocrazia lenta, che frena gli investimenti in maniera spesso incomprensibile. Basti pensare, a titolo meramente esemplificativo, che i 30 milioni di euro stanziati nella Finanziaria 2001 per contrastare l’erosione marina, sono ancora tutti inutilizzati. È evidente allora che qualcosa non funziona».
Sul Piano elaborato dall’Amministrazione provinciale, Lombardi ha espresso parole di grande apprezzamento: «È la prova tangibile – ha detto - che la Provincia intende realizzare, attraverso la formazione, un progetto integrato di sviluppo del territorio puntando sul vero valore aggiunto delle imprese: il capitale umano. Assolutamente condivisibile è anche la scelta di investire molto sulla formazione nelle scuole e sull’apprendistato». Lombardi ha chiesto interventi anche sulla sicurezza «dal momento che gli incidenti nei cantieri sono spesso legati anche a superficialità e scarsa formazione, e percorsi addestrativi per la stessa classe imprenditoriale, costretta oggi a cimentarsi con una miriade di norme e direttive».
L’ANCE ha garantito infine il pieno supporto anche attraverso le proprie strutture deputate, come ANCE Formazione, la società creata ad hoc proprio per formare e qualificare il comparto in provincia di Salerno.
«Questo incontro – ha dichiarato l’Assessore Iannone – è il primo di una serie di confronti che avremo sul territorio con le associazioni di categoria e le rappresentanze professionali, che devono rappresentare l’interfaccia naturale della Provincia per leggere e comprendere la realtà del territorio. Noi siamo coscienti che il P.O. F.S.E. 2007-2013 rappresenta l’ultima opportunità offerta dall’Europa e non possiamo accumulare altri ritardi e gap. Non è vero che mancano fondi né tanto meno che scarseggiano le opportunità: la verità è che con la precedente programmazione i fondi sono rimasti inutilizzati o sono stati male impiegati anche a causa di lungaggini e difficoltà incontrate dagli enti intermedi che hanno attuato gli interventi. Questo ovviamente ha creato un diffuso clima di sfiducia».
L’Assessore ha auspicato una delega piena all’attuazione del Piano da parte della Regione e ha ribadito che «non proporremo un piano viziato dall’assillo di spendere, cercheremo anzi di spendere al meglio per valorizzare le positività del territorio per creare nuove opportunità e realizzare un salto di qualità nel processo di sviluppo. Sono certo che l’ANCE garantirà un confronto continuo e proposte concrete per far crescere quella cultura d’impresa che ancora stenta a radicarsi nelle nostre zone».
Il Piano provinciale riveste una enorme valenza strategica: la Regione Campania infatti con Decreto di Giunta 111/2009 ha già adottato il Documento di Indirizzo per l’attuazione del principio di sussidiarietà, previsto dalla normativa comunitaria (art. 2 Reg. CE 1083/06) che indica nelle Province uno degli organismi intermedi sui quali saranno convogliate le risorse previste dal Piano finanziario a valere sugli Assi I, II, III e IV del P.O.R. Campania F.S.E. 2007-2013.
L’assegnazione delle risorse alle Province è subordinata alla presentazione ed approvazione di Piani di Programmazione Pluriennale per le annualità 2009, 2010 e 2011, cui seguirà un ulteriore piano biennale per le annualità 2012-2013.
La Provincia di Salerno per il P.P.P. (Piano Provinciale di Programmazione Pluriennale) ha programmato investimenti sulla formazione iniziale, sull’apprendistato, sui servizi di base ed avanzati erogati dai Centri Provinciali per l’Impiego, sull’assistenza tecnica e sulla comunicazione, per oltre 50 milioni di euro.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©