Istruzione e lavoro / Imprese

Commenta Stampa

ANEA: Servizi idrici, 4° incontro sulla regolazione del metodo tariffario


ANEA: Servizi idrici, 4° incontro sulla regolazione del metodo tariffario
01/10/2012, 10:59

“La tariffa dei servizi idrici a un anno dal referendum – Le regole, gli incentivi, le prospettive”. Sarà questo il tema dell’incontro, organizzato dall’ANEA,  su cui si discuterà, Giovedì 4 Ottobre 2012, dalle ore 9.00 presso il Royal Continental Hotel di Napoli. Un appuntamento, il quarto, negli ultimi otto anni, per fare il punto sulla situazione attuale, in un settore già soggetto a continui cambiamenti, e che l’esito referendario dello scorso anno, ha contribuito a infilare in tunnel di dubbi ed incertezze.

Il convegno, appuntamento istituzionale biennale, si pone lo scopo di presentare agli operatori del settore le riflessioni sul tema della regolazione, sia locale che nazionale, all’indomani del totale cambiamento dell’assetto. Un momento di riflessione, quanto mai necessario, sul tema delle tariffe, volto ad incentivare i gestori a garantire un servizio migliore e più efficiente, e soprattutto aperto ad istituire un confronto sul tema della regolazione, con l’Autorità per l’Energia ed il Gas nella definizione di un nuovo metodo tariffario, che tenga conto dei risultati referendari del 12/13 Giugno 2011.

 “Auspico che il nuovo Metodo Tariffario – dice il Presidente dell’Anea, Luciano Baggiani-, adotti regole incentivanti che possano migliorare la qualità del servizio, favorire gli investimenti e, nel lungo periodo, ridurre anche le tariffe ”.

Come già accaduto in passato, anche questo appuntamento avrà un respiro internazionale, annoverando fra i suoi relatori il Prof. Michael A. CREW della RUTGERS UNIVERSITY e il Prof. Martin CAVE dell’IMPERIAL COLLEGE BUSINESS SCHOOL.

Il punto di vista sulla realtà italiana sarà affidato, invece, al Prof. Ass. Alberto LUCARELLI del Comune di Napoli, alla Prof. Francesca STROFFINI dell’Università Federico II di Napoli e all’Ing. Egidio FEDELE DELL’OSTE dell’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas.

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©