Istruzione e lavoro / Lavoro

Commenta Stampa

ANMIL: TRE MORTI BIANCHE AL GIORNO, 2500 INCIDENTI L'ANNO


ANMIL: TRE MORTI BIANCHE AL GIORNO, 2500 INCIDENTI L'ANNO
12/10/2008, 13:10

Ogni giorno in Italia si verificano 2.500 incidenti sul lavoro, muoiono tre persone e 27 rimangono permanentemente invalide. Nel 2007 le morti bianche, secondo i dati Inail, sono state circa 1.200. Oggi sono oltre 800 mila gli invalidi del lavoro e quasi 130 mila i superstiti di caduti sul lavoro. Sono i dati forniti dall’Anmil, l’Associazione nazionale fra i mutilati e invalidi del lavoro, in occasione della 58.ma Giornata nazionale per le vittime degli incidenti sul lavoro, che si celebra oggi. Cifre che testimoniano la persistente gravità del fenomeno infortunistico, una delle principali cause di morte, e con “quasi il doppio dei decessi rispetto agli omicidi”. Una giornata, sottolinea l’Anmil, per richiamare l’attenzione delle istituzioni, delle forze sociali e dei mezzi di informazione sulla questione. Ma anche occasione “per denunciare le drammatiche condizioni di vita” degli invalidi e dei superstiti delle vittime “per i quali è necessario arrestare - chiede l’Anmil - il progressivo deterioramento dei livelli di tutela indennitaria, interrompendo la deriva assistenzialistica verso cui il sistema si sta spingendo negli ultimi anni. Basti pensare che una vedova percepisce in media una rendita di appena 700 euro al mese”. Per l'Anmil, allo stesso tempo, deve però “essere un impegno condiviso da tutti quello di arginare il fenomeno degli infortuni sul lavoro, con una vera e responsabile applicazione delle norme per la prevenzione, sia da parte delle aziende che dei lavoratori”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©