Istruzione e lavoro / Lavoro

Commenta Stampa

Anna Rea: “tavolo ad horas su tagli ed i costi della sanità”


Anna Rea: “tavolo ad horas su tagli ed i costi della sanità”
23/07/2011, 09:07

La UIL Campania apprezza l’impegno della regione e del presidente Caldoro nell’evitare che i costi della sanità in Campania diventino ancora più gravi per i cittadini ed i lavoratori, ma è necessario che le soluzioni vengano prontamente condivise anche con i sindacati, attraverso l’apertura di un tavolo esclusivo sull’argomento, è quanto afferma Anna Rea, segretario generale della UIL Campania, a proposito delle conseguenze che i tagli della manovra finanziaria avranno sulla sanità e sui cittadini.
In Campania, continua Rea, non solo siamo vittime di una malasanità diffusa con delle prestazioni al limite del verosimile, (barelle nei corridoi, visite d’urgenza sui pavimenti, pazienti fai da te nei reparti e disorganizzazione totale in alcune strutture) ma con il patto di rientro prima e con la stangata della manovra adesso, si rischia davvero di abusare dei cittadini di questa regione che hanno il servizio sanitario peggiore in Europa e a costi iniqui ed insostenibili.
In Campania, sottolinea Rea, i cittadini già pagano amaramente i ticket sulla specialistica, sui codici bianchi, sui farmaci, un nuovo aumento è impensabile e sembra chiudere le porte al servizio sanitario pubblico, visto che, a questi costi, la sanità privata e l’emigrazione sanitaria convengono quasi di più.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©