Istruzione e lavoro / Lavoro

Commenta Stampa

Antonio Amato (PD): ATITECH, basta col gioco delle tre carte


Antonio Amato (PD): ATITECH, basta col gioco delle tre carte
27/07/2009, 17:07

. Forse qualcuno ne vuole il fallimento. Le istituzioni intervengano.

«Ora basta, non possiamo restare inermi di fronte al dramma che stanno vivendo i lavoratori ATITECH» afferma il consigliere regionale del PD Antonio Amato «Da troppo tempo si assiste a fumose promosse che tardano a concretizzarsi, ed ancora non si comprende come sarà composta e quando partirà la nuova società che gestirà ATITECH. Non vorrei, come già denunciato tempo addietro, che qualcuno abbia lo specifico interesse nel farla fallire, per aumentare i propri argini di guadagno speculativo. Per queste ragioni ho sempre sostenuto, e continuo a farlo, la necessità di prevedere una partecipazione, seppure con una quota azionaria minoritaria, della Regione nel nuovo asset societario. Bisogna garantire i livelli occupazionali e l’elevato standard produttivo che l’azienda già possiede. Ma oggi, soprattutto, si deve assicurare ad oltre 700 dipendenti, ed alle loro famiglie il dovuto stipendio. Verifichiamo, oggi stesso, quali sono gli strumenti più utili da mettere in campo, in accordo con i lavoratori, le sigle sindacali e l’azienda. Bisogna trovare una soluzione utile e percorribile, capace di dare una risposta sia immediata che di prospettiva. Basta coi giochi delle tre carte, qui si tratta della vita di centinaia di intere famiglie»

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©