Istruzione e lavoro / Lavoro

Commenta Stampa

Timori la salute del Ceo dell'azienda, ma niente successore

Apple: gli azionisti non pensano ancora al dopo-Jobs


Apple: gli azionisti non pensano ancora al dopo-Jobs
24/02/2011, 23:02

La salute precaria di Steve Jobs non è purtroppo un segreto e, con il peggiorare della sua malattia, è comprensibile che più di qualuno cominci a pensare ad un suo successore. A preoccuparsi, in particolare, sono natrualmente gli azionisti; con i nuoviprodotti Apple che stanno per essere lanciati e la necessità di tracciare strategie che possano garantire al colosso americano di non subire contraccolpi eccessivi dopo l'eventuale scomparsa del suo geniale ideatore.
Gli stakeholder, però, ha bocciato una proposta avanzata Central Laborers' Pension Fund e sottoscritta da un'altra parte di azionisti. In pratica, l'intendimento era quello di agevolare il sistema delle votazioni per decreatare il nuovo Ceo della mela morsicata. La maggioranza degli azionisti ha però ritenuto sospendere la girandola di nomi che si stava già per avviare; impedendo così alla concorrenza di prevedere le strategie aziendali del prossimo futuro.
Intanto, la riunione con gli azionisti, ha visto poi il COO Tim Cook intervenire come sostituto di Steve Jobs per la sessione di domande e risposte. Stando a ciò che riportano diverse fonti specializzate, pare che Cook abbia superato con brillantezza il confronto; dimostrandosi all'altezza

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©