Istruzione e lavoro / Lavoro

Commenta Stampa

Arcore, riprende la mobilitazione del COISP a favore dei diritti dei Poliziotti


Arcore, riprende la mobilitazione del COISP a favore dei diritti dei Poliziotti
12/03/2011, 11:03

"Come già ampiamente pubblicizzato, il COISP, giorno 14 marzo, effettuerà un presidio ad Arcore, nei pressi della residenza del Presidente del Consiglio on. Berlusconi, per sensibilizzare l’opinione pubblica sul comportamento irresponsabile e vergognoso tenuto dall’attuale Governo nei confronti degli operatori di Polizia. Lo smantellamento della sicurezza pubblica deciso attraverso le ultime politiche finanziarie con tagli di circa 2 miliardi e mezzo di euro in tre anni, la decisione di mortificare i Poliziotti imponendo il tetto salariale del 2010 al triennio 2011-2013, la conseguenziale negazione di corrispondere, oltre tale tetto, anche le indennità dovute in ordine allo svolgimento di lavoro straordinario, alle progressioni di carriera, alle indennità per servizio esterno, missione, etc.., impongono al Sindacato di proseguire la protesta iniziata sin dai primi mesi del 2010 e soprattutto di non credere alle continue promesse, finora mai concretizzatesi, di porre in essere provvedimenti volti a rimediare alle citate umiliazioni. Noi scrivemmo che giovedì 29 luglio 2010 era una data che i Poliziotti avrebbero dovuto ricordare sempre in quanto quel giorno la Camera dei Deputati, con l’ennesimo voto di fiducia da parte del Governo, ha approvato in via definitiva il disegno di legge di conversione del decreto‐legge 31 maggio 2010, n. 78, recante misure urgenti in materia di stabilizzazione finanziaria e di competitività economica, applicando una serie di misure vergognose nei riguardi del personale in divisa.
Ebbene, anche altre giornate non possono essere dimenticate e sono quelle di tutte le volte in cui il Governo ha promesso di restituire dignità ai Poliziotti e poi non l’ha più fatto, rimangiandosi le proprie affermazioni.
Non potrà però il Governo dimenticare tutte le volte in cui il personale della Polizia di Stato ed il Sindacato hanno espresso pubblicamente ed in maniera forte il proprio disappunto e la propria denuncia contro una politica finalizzata a colpire chi ha il compito di garantire la Sicurezza di tutti i cittadini.
Ci prepariamo quindi a riprendere la mobilitazione in maniera ancora più forte di quanto abbiamo sinora fatto. Arcore, giorno 14 marzo 2011, segnerà la ripresa della protesta. Nella mattinata il COISP sarà assieme al SIAP-ANFP ed al SILP per la CGIL. Con loro anche altre associazioni! Il COISP si fermerà solo quando avrà ottenuto la restituzione di quanto sinora è stato tolto ai Poliziotti!!". Così un comunicato stampa a cura della Segreteria Nazionale del COISP.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©