Istruzione e lavoro / Imprese

Commenta Stampa

ARPAC: Incontri di approfondimento tecnico e giuridico su tematiche ambientali


ARPAC: Incontri di approfondimento tecnico e giuridico su tematiche ambientali
17/03/2012, 10:03

“Incontri di approfondimento tecnico e giuridico su tematiche ambientali”: è il tema del convegno promosso dall’Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale della Campania e che si è svolto stamattina a Palazzo Armieri, a cui hanno partecipato, tra gli altri, il generale dei Carabinieri Carmine Adinolfi, l’ex procuratore generale della Repubblica Vincenzo Galgano, il direttore delle Dogane dott. Libeccio, il comandante della Guardia Costiera dott. Aniello Cuomo e rappresentanti della Guardia di Finanza e delle forze armate.
I lavori, coordinati dal dott. Pietro Funaro ed introdotti dall’avv. Tagliamonte, dirigenti Arpac, hanno visto il Direttore Generale dell’Agenzia, Avv. Antonio Episcopo, illustrare le attività poste in essere sul campo dall’Ente non solo per il controllo e il monitoraggio ambientale, ma anche per tutto ciò che le competenze istituzionali impongono per contribuire a combattere il fenomeno dei reati contro l’ecosistema.
La relazione centrale è stata svolta dal sostituto procuratore nazionale antimafia, dott. Roberto Pennisi, che ha trattato le dinamiche giuridiche contro le condotte criminali e quelle del relativo contrasto nel traffico illecito di rifiuti.
Nell’ampio e strutturato intervento il sostituto Pennisi ha sottolineato le attività realizzate da tutti gli attori istituzionali a difesa del territorio ed in questo contesto l’importante ruolo svolto delle Agenzie Regionali per la Protezione Ambientale.
Il relatore si è intrattenuto particolarmente sui provvedimenti legislativi varati negli ultimi anni e sull’azione puntuale e mirata delle Procure per prevenire oltre che sanzionare le violazioni dannose al patrimonio ambientale.
Articolato il dibattito che è seguito nel corso del quale Pennisi ha evidenziato quali sono gli strumenti utilizzabili per una lotta efficace al traffico illecito di rifiuti.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©