Istruzione e lavoro / Imprese

Commenta Stampa

Artigianato: Rivellini, a Marcianise scuola orafa con fondi Ue


Artigianato: Rivellini, a Marcianise scuola orafa con fondi Ue
19/07/2010, 15:07


NAPOLI - Una scuola orafa d'eccellenza a Marcianise attraverso i fondi UE, per insegnare ai giovani l'arte di creare gioielli unici al mondo: è l'iniziativa lanciata oggi dai laboratori di Oromare dall'europarlamentare Enzo Rivellini il quale ha anche annunciato un'iniziativa promozionale a Bruxelles, nel 2011, per far conoscere ai deputati europei i particolari di questo mestiere grazie ai maestri orafi che, dinanzi ai deputati, realizzeranno gioielli unici. "Ho visitato il centro di produzione dell'alta gioielleria orafa campana e vedere lavorare artigianalmente metalli e pietre preziose mi ha fatto venire in mente due riflessioni: questo è il nostro petrolio, perché i cinesi ci potranno copiare le produzioni in serie ma certamente non questa tradizione millenaria, insita nel dna del nostro popolo". "Allora perché non organizzare la prima scuola europea della gioielleria di qualità proprio all'interno delle strutture di Oromare?", Si é chiesto Rivellini. Secondo l'europarlamentare del PdL si tratterà di un centro in grado di relazionarsi anche con gli altri poli orafi italiani e europei e di ridare vigore al settore a livello internazionale. "Quando gli svizzeri - ricorda Rivellini - si resero conto di essere stati superati dai giapponesi nella produzioni di orologi, si rilanciarono con l'alta orologeria, diventando nuovamente i numero uno al mondo: la stessa stessa, grazie al VII programma quadro dell'Ue (finanziamenti a fondo perduto, ndr), dobbiamo fare ora a Marcianise". Dopo le iniziative messe in campo dall'europarlamentare per tutelare i prodotti agroalimentari d'eccellenza della nostra terra, come la mozzarella e, quella in programma il prossimo 28 settembre per il salame napoletano (A Bruxelles, arriverà in Aula la proposta di legge per l'etichettatura dop, ndr) nel 2011 Rivellini intende promuovere una giornata per l'esposizione di gioielli di qualità realizzati dagli artigiani direttamente dinanzi gli europarlamentari. "La nostra intenzione - sostiene il presidente di Oromare Maurizio Pecorilla - è quella di portare l'arte orafa campana e di Torre del Greco a livello internazionale, soprattutto formando personale all'interno delle nostre strutture". L'obiettivo è tramandare quest'arte che vede come ultimi depositari maestri orafi che ormai hanno circa 60 anni ma anche di "creare piccoli imprenditori a 360 gradi - aggiunge Pecorilla - in grado di gestire un'azienda un maniera completa e di portarla sulla ribalta internazionale".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©