Istruzione e lavoro / Imprese

Commenta Stampa

ASI Salerno, varato il Regolamento per l’affidamento dei servizi legali


ASI Salerno, varato il Regolamento per l’affidamento dei servizi legali
06/12/2012, 17:02

Il Comitato Direttivo del Consorzio Asi di Salerno ha approvato il “Regolamento per l’affidamento degli incarichi legali”. Il nuovo regolamento garantirà maggiore trasparenza ed efficienza in questo delicato settore,oltre a tradursi in un sensibile risparmio per le casse del Consorzio. Per la prima volta, infatti, vengono fissati gli importi massimi da corrispondere ai professionisti incaricati della tutela legale dell’ente.

Tra le novità contenute nel regolamento figura anche l’istituzione di un elenco dei professionisti da utilizzare per la selezione degli avvocati cui affidare il patrocinio del Consorzio. L’iscrizione nell’elenco avrà luogo a domanda del professionista interessato o del rappresentante dello studio associato. La domanda dovrà essere corredata da curriculum formativo-professionale. L’elenco dei professionisti verrà aggiornato con cadenza annuale.

Per la prima volta, a seguito dell’adozione del “Regolamento per l’affidamento degli incarichi legali”, vengono definiti i criteri per l’affidamento degli “incarichi fiduciari di alta professionalità”, individuati in base alla complessità della materia da trattare, al valore della controversia, alle conseguenze immediate e particolarmente sfavorevoli sull’ente, o sul suo patrimonio, in caso di soccombenza.

“Coerentemente con l’obiettivo che ci siamo prefissi al momento del nostro insediamento –dice il presidente del Consorzio Asi, avv. Gianluigi Cassandra- ovvero di rendere sempre più trasparente ed efficiente l’azione dell’Asi, abbiamo approvato il “Regolamento per l’affidamento degli incarichi legali”. Oltre alle positive ricadute per le casse del Consorzio voglio sottolineare come il regolamento consentirà una maggiore rotazione nell’affidamento degli incarichi legali. Tengo fede, così, ad un impegno preso fin da quando ero presidente dell’Aiga e mi battevo perché le pubbliche amministrazioni garantissero trasparenza e rotazione nell’affidamento degli incarichi legali”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©