Istruzione e lavoro / Scuola

Commenta Stampa

II edizione - da Novembre 2009 a Marzo 2010

Attesa la Capoverdiana Marina Ramos ad Ethos per le scuole


Attesa la Capoverdiana Marina Ramos ad Ethos per le scuole
16/11/2009, 12:11

NAPOLI - Dopo le calorose accoglienze e gli entusiasmi registrati per i primi concerti, proseguono gli appuntamenti di Ethnos per le scuole, la rassegna che fa incontrare gli alunni delle scuole campane con la musica etnica internazionale. 18 appuntamenti, da Novembre a Marzo, con artisti che giungono, in Italia, per “iniziare” bambini ed adolescenti alla conoscenza delle culture musicali del mondo.

Attesa domani al Teatro comunale di Benevento la capoverdiana Mariana Ramos, figlia del grande chitarrista Toy Ramos appartenuto al celebre gruppo Voz de Cabo Verde che negli anni 60/70 è stato fra i più popolari dell’area africana. Artista che è riuscita ad ottenere numerosi consensi a livello internazionale, l’affascinante cantautrice capoverdiana spazia tra i generi più diversi fra tradizione e modernità e si uniscono armoniosamente col jazz, la musica brasiliana, africana, e la Morna (il blues capoverdiano che ha ispirato il Fado portoghese). Dopo il suo primo album “Di dor em or”, la sua fama è stata confermata da altri due produzioni, una delle quali reca anche le firme del poeta Manuel de Novas e di Cesaria Evora, icona assoluta della musica di Capoverde.

Alla sua seconda edizione, Ethnos per le scuole, esplora quest’anno le sonorità africane e i suoi cantori per una prima parte di appuntamenti che termina a dicembre e, propone, da gennaio in poi, concerti d’interpreti che hanno fatto della sperimentazione e della contaminazione il loro mondo musicale. Gli spettacoli avvengono in teatri, auditorium, centri sociali o nelle stesse scuole, e sono previsti in orario scolastico con inizio alle 11.

Ethnos per le Scuole prevede, inoltre, la partecipazione attiva delle scuole attraverso tre concorsi : fotografia e musica rivolto ai ragazzi di scuole medie e pittura per quelli delle elementari. I colori dell’ Africa - pittura: disegni a matita, acquarelli, fumetti, dipinti per raccontare i paesaggi e i colori del continente africano nell’immaginario dei bambini. MultiKulti - fotografia :ritratti, istantanee di luoghi, feste, vita quotidiana per raccontare le nuove identità multiculturali in rapporto alla vita ed alla gente che popola la città. Mondo Mix - musica: suoni, note, melodie per raccontare la multiculturalità del mondo contemporaneo con un “mondomix " di suoni e linguaggi.

La rassegna è promossa dall’Assessorato all’Istruzione, Formazione e Lavoro della Regione Campania, per la direzione artistica di Gigi Di Luca ed il coordinamento de La Bazzarra nell’ambito di “Scuole Aperte

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©