Istruzione e lavoro / Formazione

Commenta Stampa

avellino, corso su tutela proprietà intellettuale e lotta alla contraffazione


avellino, corso su tutela proprietà intellettuale e lotta alla contraffazione
07/03/2011, 14:03

AVELLINO - Tutela della proprietà intellettuale e lotta alla contraffazione. Un importante corso di formazione promosso dalla Camera di Commercio di Avellino ed indirizzato ad imprenditori, consulenti e professionisti, in particolar modo avvocati, della provincia di Avellino, con l’obiettivo di approfondire le proprie conoscenze relative ad aspetti legali, procedurali ed economici della proprietà intellettuale, per una corretta implementazione dei titoli brevettuali ed una efficace gestione degli assets immateriali (marchi, invenzioni, modelli di utilità, design, ecc.), nonché per aggiornare le competenze specifiche di quanti già utilizzano strumenti di tutela della proprietà intellettuale in ambito aziendale. Ampio spazio sarà dato, nell’ambito del percorso formativo, al tema della contraffazione, dei mezzi di tutela contro le violazioni nonché di tutti gli strumenti per la valorizzazione dei titoli brevettuali.

In particolare il corso è finalizzato ad accrescere nei partecipanti la corretta percezione della concreta importanza e delle strette interrelazioni esistenti tra innovazione, proprietà intellettuale e competitività, presentare un quadro chiaro ed esaustivo del sistema della proprietà intellettuale, illustrandone la normativa di riferimento, gli strumenti di tutela, le procedure di deposito e registrazione, facilitare e diffondere l’impiego dei titoli brevettuali tra le imprese della provincia, sensibilizzando in maniera più ampia al tema dell’innovazione e della sua tutela le risorse professionali che a vario titolo operano con e per le imprese per una crescita del contesto territoriale.

Il corso è articolato in sei giornate di attività didattica, e avrà inizio martedì 22 marzo, dalle ore 9 fino alle 14, con il supporto tecnico e scientifico dell’Istituto Guglielmo Tagliacarne, fondazione del sistema camerale per la formazione e la diffusione della cultura economica. Le lezioni saranno tenute da esperti in Proprietà Intellettuale e in trasferimento di tecnologie.

Le lezioni della prima giornata (martedì 22 marzo) si concentreranno sull’innovazione del fattore di competitività delle imprese, sugli indicatori dell’attività innovativa per innovare in azienda, sul deposito di un brevetto e la registrazione di un marchio quali indicatori di attività inventiva, sulla tutela della Proprietà Intellettuale per valorizzare i processi di innovazione, sulla Proprietà Industriale e il Diritto d’autore, sul quadro di riferimento normativo dalla riforma del Codice della Proprietà Industriale alla Legge Sviluppo (L. 99/2009), ai più recenti adeguamenti normativi (Decreto 131/2010; Decreto 33/2010), e sull’analisi di casi aziendali di successo.

La seconda giornata (mercoledì 23 marzo) sarà incentrata sulla natura e lo scopo della protezione offerta dal marchio di impresa, sui requisiti di validità e su che cosa può costituire oggetto del marchio di impresa, la liceità del marchio e l’uso ingannevole del marchio, i soggetti del diritto, la novità del marchio con la tutela del preuso, il marchio “notoriamente conosciuto”, i diritti riconosciuti al titolare di un marchio registrato, marchi forti e marchi deboli, gli usi leciti dell’altrui marchio, nullità e decadenza del marchio, negozi traslativi del marchio: cessione, licenza e merchandising, la tutela degli altri segni distintivi dell’impresa: ditta, insegna e domain names, marchi collettivi, marchi di certificazione e garanzia, denominazioni di origine e indicazioni geografiche con comparazioni e differenze, analisi di un marchio con esercitazioni e casi pratici, la procedura di registrazione di un marchio, il marchio comunitario ed il marchio internazionale.

Nella terza giornata (martedì 29 marzo)si parlerà di invenzioni di prodotto, di procedimento e di nuovo uso e delle invenzioni non brevettabili, i soggetti del diritto: titolarità e contitolarità dell’invenzione, le invenzioni dei dipendenti, la procedura di brevettazione, descrizione e rivendicazioni, ricerca di anteriorità e redazione della domanda di registrazione del brevetto, i “nuovi” brevetti: brevetti chimici, invenzioni biotecnologiche, novità vegetali e topografie per semiconduttori, la nullità e la decadenza del brevetto, la procedura di deposito, brevetto europeo e brevetto comunitario e come leggere un brevetto esempi e casi pratici.

La quarta giornata (mercoledì 30 marzo) si incentrerà sui modelli di utilità “brevetti minori” e sulle differenze con invenzioni e design, che cosa può essere oggetto di un modello di utilità, ambito e durata della protezione, il design, la sua definizione, aspetti di novità, durata della protezione, la registrazione nazionale, comunitaria ed internazionale del design, la protezione del software tra brevetto e diritto d’autore, la protezione del software come opera coperta da copyright: analisi dei diritti morali e dei diritti patrimoniali, Open Source software: analisi del fenomeno e delle sue ricadute.

Le lezioni della quinta giornata (lunedì 4 aprile) saranno dedicate alla contraffazione dei diritti di Proprietà Industriale ed i riflessi per il sistema imprenditoriale, le autorità coinvolte nella lotta alla contraffazione, la contraffazione nella normativa nazionale e comunitaria: dalla Direttiva enforcement all’Anti-Counterfeiting Trade Agreement, l’istituzione del Consiglio Nazionale Anticontraffazione, la gestione della Proprietà Industriale nella lotta alla contraffazione e l’italian sounding con casi e sentenze, come reagire alle violazioni dei brevetti: nuovi strumenti offerti dal C.p.i., la protezione del design e del marchio a livello nazionale e comunitario, la tutela in sede doganale, giudiziaria ed amministrativa.

Nella sesta e ultima giornata (martedì 5 aprile) spazio alla proprietà industriale e all’investimento per un reale ritorno economico, strumenti per la valorizzazione dei titoli brevettuali: la cessione dei diritti di P.I., contratti di licenza, accordi di merchandising, franchising, co-branding, la valutazione economica dei Titoli di Proprietà Industriale: principi e metodi, la metodologia di valutazione dei brevetti in contesti.

La domanda di partecipazione deve pervenire alla Camera di Commercio entro il giorno 16 marzo 2011. Le modalità sono presenti sul sito web www.av.camcom.it.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©