Istruzione e lavoro / Imprese

Commenta Stampa

Fermi all’arrivo: Regione bloccata dal Patto di Stabilità

Bagnoli Futura: la commissione urbanistica visita il complesso

Struttura di eccellenza, per il rilancio economico partenope

.

Bagnoli Futura: la commissione urbanistica visita il complesso
27/07/2011, 16:07

NAPOLI – E’ difficile per il cittadino comune immaginare cosa vi possa essere dietro i reticolati, le recinzioni , le mura che delimitano il confine tra area urbana e il vecchio stabilimento Italsider di Bagnoli; lo ha, non immaginato ma visitato ,grazie ad un sopralluogo, la commissione Comunale all’ urbanistica. Effettivamente oltre al pensare all’ ennesimo spreco di denaro pubblico e ad un area in degrado, gli abitanti di bagnoli non possono andare oltre, costatando che giorno dopo giorno , da anni ormai non vedono la realizzazione di alcuna opera pubblica al posto della vecchia acciaieria. Invece è proprio il caso di dire che questa volta c’ è del positivo e più di quanto si pensi; al di là delle recinzioni è pronta Bagnoli Futura, pronta a farsi conoscere dai napoletani e non solo. Una struttura a cui manca veramente pochissimo all’ inaugurazione se non fosse che la Regione Campania non ha fondi da destinare all’ ultimazione di questo progetto che vedrebbe Napoli proiettata in una dimensione turistico imprenditoriale senza precedenti. Quindi mentre da una parte vediamo il Sindaco de Magistris recarsi di persona dal Premier per discutere di finanziamenti, dall’ altra notiamo la quasi totale stasi della Regione Campania che causa patto di stabilità, e ovviamente mancanza di fondi blocca quello che diventerebbe un consistente volano per il rilancio della nostra economia. Viene spontaneo ricordare che Bagnoli Futura è un progetto che vede l’ investimento di circa 192 milioni di €, ovviamente fondi Europei gestiti dalla Regione Campania, a fronte dei già 70 mln erogati. Ma i finanziamenti europei prevedono che all’ intera cifra da erogare partecipi per il 50% il governo dello Stato interessato; fin qui tutto ok , ma di questo 50% ben il 35% spetta alla Regione, ecco perché, nonostante la quasi ultimazione dei lavori , Bagnoli Futura è ferma con le 4 frecce; struttura questa che sarebbe pronta alla ricettività turistica e che invece giace ostaggio di polvere, incuria, erbacce e strade sterrate interne, da trasformare in viali alberati e strade asfaltate. Un area che si estende su 188 ettari dove scalpitano sul nastro d partenza: Bagnoli hub, un modernissimo centro di servizi al turismo, dedicato al benessere,alla cultura e all’ intrattenimento con un auditorium di 300 posti. Per non parlare poi del parco dello sport, un area che si sviluppa su tre crateri di cui uno coperto dove si svolgeranno sport come il pattinaggio sul ghiaccio, mentre le altre due saranno ospiti di basket, tennis, calciotto, pallavolo ecc. Fiore all’ occhiello è l’ acquario tematico, un area con funzioni scientifico-didattiche. Inoltre i Napoli Studios un polo multifunzionale per le produzioni audiovisive, realizzato nell’ ex officina meccanica oggi sito di archeologia industriale.

Commenta Stampa
di Antonio Sarracino
Riproduzione riservata ©
LE ALTRE FOTO.
Centro congressuale
acquario tematico
Bagnoli Hub veduta aerea
Bagnoli Hub auditorium
Bagnoli Hub centro benessere