Istruzione e lavoro / Imprese

Commenta Stampa

Banche. Longobardi (Unimpresa): "credito fermo, urgente una svolta"


Banche. Longobardi (Unimpresa): 'credito fermo, urgente una svolta'
24/03/2012, 10:03

"I dati dell'Abi pubblicati oggi mettono a nudo una delle più consistenti contrazioni del credito bancario all'economia mai visto: un segnale, peraltro, che noi tocchiamo ogni giorno sul territorio, dialogando da vicino con le 130mila micro e piccole imprese associate di Unimpresa".
Così, il presidente di Unimpresa, Paolo Longobardi, commenta i dati dell'Associazione bancaria italiana sull'andamento degli impieghi nel mese di febbraio "quando lo stock dei prestiti è precipitato a quota 1.687 miliardi di euro dai 1.704 miliardi di novembre: nel giro di pochi mesi, secondo il rapporto dell'Abi, alle imprese sono venuti a mancare 17 miliardi di crediti".
Secondo il presidente di Unimpresa "la situazione è drammatica e senza la liquidità, ormai sistematicamente negata dagli istituti, migliaia di imprese corrono il rischio di alzare bandiera bianca e chiudere definitivamente". Di qui l'appello al Governo: "E' urgente una svolta per la ripresa, magari rilanciando gli investimenti pubblici".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©