Istruzione e lavoro / Università

Commenta Stampa

Registrati risultati ottimi alla Clinica St. Luc

Belgio, la chirurgia si apre alla tecnica dell'ipnosi


Belgio, la chirurgia si apre alla tecnica dell'ipnosi
27/07/2011, 17:07

La chirurgia si apre all'ipnosi con una nuova tecnica. Sperimentata in Belgio e diffusasi ora anche in Francia, Gran Bretagna e Germania, permette al medico di operare mentre il paziente è ipnotizzato. Il degente che è soggetto ad un'anestesia non molto forte recupera le forze in tempi più rapidi. Si tratta di una tecnica che viene sperimentata soltanto in alcuni casi. I risultati ottenuti all'interno della Clinica Universitaria St. Luc di Bruxelles sono ottimi. E' possibile non solo evitare l'anestesia totale e scegliere quella locale, ma anche tagliare i costi dei medicinali e degli antidolorifici. Il dott. Fabienne Roelants spiega: "La mente del paziente si reca in un luogo piacevole, ma il corpo rimane in sala operatoria. Un terzo di tutti gli interventi per rimuovere la tiroide e un quarto di quelli contro il cancro al seno (tra cui biopsie e mastectomie) sono eseguiti con l'ausilio dell'ipnosi".

Commenta Stampa
di Claudia Peruggini
Riproduzione riservata ©