Istruzione e lavoro / Lavoro

Commenta Stampa

Benevento, RSU: "in MCNE un serio e preoccupante campanello d’allarme per il futuro dell'azienda"


Benevento, RSU: 'in MCNE un serio e preoccupante campanello d’allarme per il futuro dell'azienda'
03/11/2011, 13:11

“Cio’ che si e’ verificato ieri in MCNE e’ un serio e preoccupante campanello d’allarme per il futuro di questo azienda , per l’utenza, per i lavoratori e per il territorio sannita. Il materiale rotabile(circa il 60%) in forza presso il bacino di BENEVENTO APPIA , non e’ attrezzato di sistemi di sicurezza tali da consentire il transito sulla linea CANCELLO – NAPOLI e viceversa. Tutto ciò fa capire che molto probabilmente , se non si trovano le giuste soluzioni, i nostri treni rischieranno di fermarsi a CANCELLO, oppure le corse ferroviarie saranno sostituite da corse automobilistiche(vedi domeniche e festivi), con ulteriori danni all’utenza, in quanto il tempo di percorrenza per raggiungere il capoluogo campano aumenterà notevolmente. Alcuni convogli sono in fase di attrezzaggio , alcuni (vedi treno FER) gia’ pronti per la messa in servizio, ma a causa dei tagli effettuati dalla REGIONE CAMPANIA , quindi mancanza di risorse , sono fermi in deposito perchè le ditte appaltatrici non hanno ricevuto il loro corrispettivo per i lavori effettuati e quindi non rilasciano il certificato di collaudo. Questo e’ il motivo per cui ieri un treno in partenza da BENEVENTO e’ stato bloccato a NAPOLI impedendogli il ritorno. SIAMO SULL’ORLO DI UN ABISSO Le preoccupazioni più grosse ci vengono da un atteggiamento e da un progetto che non vede questo territorio come strategico nell’economia aziendale. Basta pensare allo spostamento di risorse fatte unilateralmente da questa azienda, dal territorio sannita all’area metropolitana. MCNE e’ allo sbando per il servizio offerto , per la non chiara prospettiva di sviluppo, cosi come e’ impossibile immaginare un futuro per gli addetti ai lavori. Ricordiamo inoltre , che la proroga per circolare sulla linea CANCELLO –NAPOLI E’ FINO AL 15 GENNAIO 2012. Dopo che cosa succederà? TUTTO QUESTO E’ VOLONTA’ O INCOMPETENZA AZIENDALE? Come si sta attrezzando l’azienda affinchè i treni non vengono fermati a Cancello? Invitiamo, la provincia , la politica locale, i comuni capoluogo a prendere atto di questa situazione , e a farsi carico di incalzare la regione Campania e l’azienda affinchè si eviti questo scempio , ma soprattutto per evitare dopo FS ,che il territorio sannita perda completamente il servizio ferroviario da e per NAPOLI. C’e’ bisogno di una mobilitazione istituzionale forte , perche’ da soli non si va da nessuna parte ,se non verso il baratro.”. Così una nota degli RSU MCNE.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©