Istruzione e lavoro / Scuola

Commenta Stampa

Iniziativa nel salernitano

Blocco studentesco: anno nuovo, vecchi problemi


Blocco studentesco: anno nuovo, vecchi problemi
15/09/2010, 09:09

Sono decine gli striscioni affissi all’esterno di licei e istituti superiori di Salerno e Vallo della Lucania dai militanti del Blocco studentesco salernitano contro il caro-libri. “La nostra volontà- afferma la responsabile provinciale del BS Krizia Cracas - è porre fine alla 'mafia' delle nuove edizioni che si ripete ogni settembre all’aprirsi del nuovo anno scolastico.”
“E’ per questo- prosegue Cracas- che abbiamo sintetizzato il tutto con lo slogan 'Anno nuovo, vecchi problemi'. Problemi che potrebbero essere risolti per sempre con l’introduzione del libro di testo unico; ovvero la creazione di commissioni di docenti elette direttamente dagli studenti, con il compito di scegliere un’unica edizione per ogni materia, da vendere agli studenti a prezzo di costo, riducendo le spese per le famiglie e abbattendo le speculazioni ai danni dell’istruzione pubblica”. “Nel corso di questi giorni- conclude Cracas - volantineremo fuori le scuole superiori di Salerno e Vallo della Lucania per far conoscere meglio la nostra proposta. Intanto continua il pomeriggio il lavoro del mercatino del libro usato presso il Centro Studi 'Marconi' nel quartiere Torrione nel capoluogo di provincia”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©
LE ALTRE FOTO.