Istruzione e lavoro / Università

Commenta Stampa

BMW Motorrad incontra gli studenti del Politecnico di Padova per un workshop sull’innovazione tecnologica


BMW Motorrad incontra gli studenti del Politecnico di Padova per un workshop sull’innovazione tecnologica
11/06/2012, 15:06

Seminario presso l’Università degli Studi di Padova realizzato grazie alla collaborazione tra BMW Motorrad Italia e il Bosch Italia sul tema della sicurezza stradale sulle due ruote e sulle opportunità d’inserimento nel mondo del lavoro nei due contesti aziendali



Padova. Giovedì 30 Maggio presso il Dipartimento di Ingegneria Industriale dell’Università degli Studi di Padova, del Prof. Vittore Cossalter, si è tenuto un seminario dal titolo “Evoluzione dell’ABS nel settore motociclistico in funzione della sicurezza”.

Il Prof. Cossalter, Ordinario di Meccanica Applicata dell’Università degli Studi di Padova ha aperto la giornata introducendo il tema della tecnologia in funzione della sicurezza stradale.

Durante il seminario i circa 300 studenti dell’Università degli Studi di Padova hanno avuto occasione di conoscere le innovazioni tecnologiche che permettono di migliorare la sicurezza su due ruote.

BMW Motorrad e Bosch - partner nella ricerca e nella produzione industriale - hanno illustrato come si è evoluto il sistema ABS dai primi esemplari ai più recenti sistemi integrati e come questa sia diventata una piattaforma tecnologica su cui sono stati sviluppati nuovi strumenti e applicazioni.

BMW Motorrad è stata la prima Casa motociclistica al mondo a offrire - nel 1988 - il sistema ABS. Partendo da questa piattaforma è stato introdotto il sistema di controllo dello slittamento, ASC. Il sistema si è evoluto nel tempo, fino al 2009 con il Race ABS e il Dynamic Traction Control, DTC.

Successivamente, sfruttando la piattaforma ABS-DTC è stato sviluppato il sistema del faro adattivo “Adaptive Light Control” disponibile sulla nuova K1600. L’innovativo sistema sfrutta la piattaforma inerziale, del DTC, per conoscere il grado d’inclinazione, beccheggio e rollio della moto e muovere il fascio luminoso in modo da illuminare perfettamente la sede stradale.

È stato poi esplorato il futuro, non troppo lontano, con il sistema “Dynamic Dumping Control” (DDC). Tale sistema sfruttando la stessa piattaforma del DTC corregge in tempo reale il setting delle sospensioni per far sì che la moto abbia un comportamento neutro in fase di accelerazione, frenata e in curva a tutto vantaggio della sicurezza di guida.

L’incontro si è concluso con la presentazione da parte di BMW Motorrad e Bosch delle possibilità lavorative all’interno delle aziende.

In particolare sono stati presentati e descritti gli stage formativi come occasione per entrare in relazione con realtà lavorative affini agli studi che si compiono presso il Dipartimento di Ingegnera Industriale dell’Università di Padova e che permettono di arricchire il proprio bagaglio con una prima esperienza lavorativa.

Alla fine dell’incontro gli studenti sono stati invitati a candidarsi spontaneamente presentando il proprio curriculum vitae per le successive selezioni.



Il BMW Group

Il BMW Group, con i marchi BMW, MINI, Husqvarna Motorcycles e Rolls-Royce, è uno dei costruttori di automobili e motociclette di maggior successo nel mondo. Essendo un’azienda globale, il BMW Group dispone di 29 stabilimenti di produzione dislocati in 14 paesi e di una rete di vendita diffusa in più di 140 nazioni.

Il BMW Group ha raggiunto nel 2011 volumi di vendita di 1,67 milioni di automobili e oltre 113.000 motociclette nel mondo. I profitti lordi per il 2011 sono stati di 7,38 miliardi di Euro, il fatturato è stato di 68,82 miliardi di Euro. La forza lavoro del BMW Group al 31 dicembre 2011 era di circa 100.000 associati.

Il successo del BMW Group è fondato su una visione responsabile e di lungo periodo. Per questo motivo, l’azienda ha sempre adottato una filosofia fondata sulla eco-compatibilità e sulla sostenibilità all’interno dell’intera catena di valore, includendo la responsabilità sui prodotti e un chiaro impegno nell’utilizzo responsabile delle risorse. In virtù di questo impegno, negli ultimi sette anni, il BMW Group è stato riconosciuto come leader di settore nel Dow Jones Sustainability Index.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©