Istruzione e lavoro / Lavoro

Commenta Stampa

Riportiamo il comunicato del COISP

Brunetta ha la polizia contro


Brunetta ha la polizia contro
24/12/2009, 11:12

La riunione presso il Dipartimento della Funzione Pubblica finalizzata a sottoscrivere un rinnovo contrattuale (2008-2009) che garantisce ai poliziotti 40 euro medi mensili si rivela un flop per il ministro Renato Brunetta, il quale afferma che anche senza il consenso dei Sindacati imporrà tale miserabile contratto!
Ebbene, non facendoci impressionare da chi non ci sembra proprio un leone, e non solo per il fatto che non ne esiste una razza di bassissima statura (… non ci riferiamo certo all’altezza), iniziamo con il ribadire da subito un concetto, e cioè che è …..meglio panzoni che coglioni!
Anche un altro concetto è però bene che si inizi ad affermare, e cioè che i poliziotti non accettano un misero aumento di 40 euro mensili ma lo rimandano a chi vorrebbe imporglielo (pseudo sindacalisti e ministri), con l’auspicio di utilizzarlo in medicine!
Nei giorni scorsi il Dipartimento della Funzione Pubblica, il cui ministro è quel tale Renato Brunetta, ha convocato, per il giorno 22 dicembre 2009, le organizzazioni sindacali e le rappresentanze militari del personale del Comparto sicurezza e difesa, “per la prosecuzione delle trattative e della concertazione relative al biennio economico 2008-2009”.
Più tardi quello che sembra più un Dipartimento della “Finzione” Pubblica ha affermato che “non c'è stata alcuna convocazione del Ministro Brunetta per il comparto sicurezza-difesa” ma che “la convocazione è stata fatta dagli Uffici del Dipartimento per una riunione tecnica sulla situazione del rinnovo del contratto in considerazione dell'imminente approvazione del disegno di legge finanziaria 2010 che rende certa la disponibilità di ulteriori risorse finanziarie.”
Ma perché il citato ministro se n’è uscito con una minchiata del genere (“… non ho convocato i Sindacati, lo ha fatto il mio Ufficio …”) ?
Beh, lo abbiamo detto all’inizio!
Il Dipartimento della sopra citata “Finzione” convoca i Sindacati delle Forze di Polizia e le rappresentanze delle Forze Armate, ma il COISP e tutti gli altri Sindacati (ad esclusione del Consap e Uilps che rappresentano – di sicuro non ancora per molto – appena 10.000 di 180.000 fra poliziotti, penitenziari e forestali) comunicano che non prendono parte all’incontro in quanto non intendono consentire al governo di continuare a prendere in giro chi garantisce la sicurezza del Paese, e che medesima posizione è presa dai Cocer Guardia di Finanza ed Aeronautica.
Il ministro Brunetta si inalbera e tenta di nascondere la mano, che però è già sporca di marmellata. Ed a tentare di pulirgliela arrivano di corsa Consap e Uilps: era una “riunione tecnica” diranno in coro i predetti …
… Eh già, una riunione tecnica per fottere i poliziotti!!
Chi in pieno periodo di disdette diceva che “non siederà al tavolo delle trattative per il rinnovo del contratto” perché “il Governo ha ridotto del 60 per cento gli stanziamenti per il rinnovo del contratto 2008-2009, rispetto a quelli destinati dal precedente esecutivo, prevedendo un inaccettabile incremento economico di 2 euro mensili a titolo di specificità oltre naturalmente i 40 euro mensili lordi per il recupero inflattivo”, adesso si siede a quel tavolo e pure chiede a gran voce di firmare immediatamente un contratto che prevede un immutato “recupero inflattivo” ed appena 12 euro mensili (a decorrere dal 2010) di specificità (vale a dire 40 centesimi al giorno da suddividere per aumentare le indennità per servizio notturno, il lavoro straordinario, i servizi esterni, etc. etc.).
Si scriverà però che per i poliziotti ci sono “AUMENTI MEDI LORDI DI 98,50 EURO: lavoriamo perché ci sia al più presto la firma” (così titolano il Consap e la Uilps un proprio comunicato), che “le risorse disponibili consentiranno un aumento medio lordo di 96,46 euro pro capite” (lo dicono sempre i predetti addirittura nel corpo del medesimo comunicato), che “si arriva ad un incremento mensile medio lordo di 99,46 €, a regime dal 31.12.2009” (lo dice la Uilps in un comunicato dal titolo “CONTRATTO: FINALMENTE CONCRETEZZA” … una concretezza che – lo dicono i numeri – sa tanto di cetriolo per i poliziotti), che “per il comparto sicurezza-difesa sono state invece stanziate risorse, anche nell'ultima finanziaria, che portano l'incremento a regime a circa 100 euro mensili (30 euro in più rispetto ai Ministeri)” (lo scrive il ministero di Renato Brunetta, non ricordando che i dati dallo stesso forniti parlano di soli miseri 12 euro in più di quanto spetta al restante pubblico impiego, e non 30 euro).
Una pletora di numeri che non dicono di certo la verità, e cioè che (lo scriveva il Consap stesso appena tre mesi addietro) l’aumento – che noi del COISP non accettiamo – è di 40 euro mensili!!!
Chiaramente, inoltre, il “ruggente” ministro non dice neppure che per i suoi dipendenti ha recentemente sottoscritto un aumento di circa 600 euro mensili a fronte di sole 8 ore in più di lavoro al mese (… 8 ore di straordinario corrispondono, per i poliziotti, a circa 60 euro …), e non spiega il perché non può analogamente prevedersi per i poliziotti (che pure ne farebbero 16 di ore in più al mese per quei 600 euro!), né i citati pseudi-sindacati (la Uilps in particolare, ma la Consap non vorrà certo smentirla visto che assieme hanno costituito un nuovo sindacato) spiegano per quale motivo sono addirittura disposti (e lo chiedono fortemente) di sottoscrivere una “pre-intesa … che prevede il rinnovo contrattuale triennale economico e normativo 2010 - 2011 - 2012, per il quale al momento è prevista soltanto la copertura della vacanza contrattuale”.
Una firma su un contratto del quale non c’è nessuno stanziamento è davvero il massimo delle castronerie … o forse è la politica del nuovo soggetto sindacale, cioè l’umiliazione dei Poliziotti!!
Beh, noi una decisione l’abbiamo presa: dopo le mortificazioni (siamo continuamente additati come “fannulloni”), le offese (… “panzoni”), le prese in giro (gli incrementi economici di 40 euro per il biennio 2008-2009) ed adesso i ruggiti (la pretesa di imporre un contratto che i poliziotti non vogliono) inviteremo amici e parenti a non votare mai più per chi candiderà tra le proprie fila il signor Brunetta Renato.
Quanto ai pseudo-sindacati tocca a voi, colleghi, togliergli immediatamente la vostra fiducia!

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©