Istruzione e lavoro / Imprese

Commenta Stampa

Cambio ai vertici dell'AIDDA Campania( Associazione imprenditrici e donne dirigenti d'azienda)


Cambio ai vertici dell'AIDDA Campania( Associazione imprenditrici e donne dirigenti d'azienda)
01/03/2011, 13:03

Napoli - Cambio ai vertici dell’AIDDA Campania (l’Associazione imprenditrici e donne dirigenti di azienda). Giunta a scadenza dopo due mandati la presidenza di Carolina Visone, l’editrice televisiva di Teleoggi e Levante Tv, le socie, riunite ieri in assemblea, con voto unanime hanno eletto Marta Catuogno (in foto), imprenditrice alberghiera (Hotel Cavour e Orto Botanico). La Visone rappresenterà la delegazione Campania nel Consiglio nazionale dell’Associazione.

Negli ultimi sei anni l’Aidda ha animato il dibattito su temi economici, normativi, sociali attraverso convegni ed incontri con rappresentanti delle istituzioni, della cultura e dell’imprenditoria, che hanno sottolineato il contributo della donna nella vita della comunità regionale, a dispetto di difficoltà proprie al contesto meridionale. L’iniziativa di istituire il Premio dedicato alla “virtù del cimento della donna” è valso a dar visibilità all’apporto che eminenti figure femminili attive nella nostra regione conferiscono allo sviluppo di imprese, alla politica, alla promozione della cultura e dell’arte, alla ricerca scientifica, all’editoria e al giornalismo.

Marta Catuogno verrà affiancata nel prossimo triennio dal Consiglio composto da Donatella Cagnazzo, Roberta Cassol, Concita De Vitto, Matilde De Tomasis, Maura Letizia, Sonia Palmieri, Anna Porcelli. Nel solco della continuità, il programma del nuovo Consiglio coniugherà le attività di servizio per le Socie delle diverse province campane, ad ulteriori iniziative d’approfondimento di problemi connessi alla realtà regionale.

L’AIDDA conta in Italia oltre 1300 iscritte, rappresentando, anche in collegamento con le analoghe associazioni nazionali attive nei vari continenti, un sicuro riferimento per le donne che ricoprono ruoli di responsabilità nel mondo dell’imprenditoria.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©