Istruzione e lavoro / Imprese

Commenta Stampa

Camera di commercio Napoli: presentazione buoni lavoro contro l'emersione del lavoro nero


Camera di commercio Napoli: presentazione buoni lavoro contro l'emersione del lavoro nero
11/07/2011, 15:07

Si terrà a Napoli martedì 12 luglio, a partire dalle 10.30 nella Sala del Parlamentino della Camera di Commercio (via Sant’Asperno n.2 ), il convegno organizzato da Italia Lavoro, agenzia tecnica del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, in collaborazione con l’Assessorato al lavoro della Regione Campania e l’assessorato alle Politiche del Lavoro della Provincia di Napoli, dal titolo “Il buono lavoro: strumento occasionale per un lavoro regolare”. Nel corso dell'incontro saranno illustrate misure e azioni finalizzate all’emersione del lavoro sommerso attraverso lo strumento del lavoro accessorio.
L’incontro vedrà i saluti del presidente della Camera di Commercio di Napoli Maurizio Maddaloni, la relazione introduttiva del presidente di Italia Lavoro, Paolo Reboani. Previsti gli interventi: della direttrice regionale dell’Inps, Maria Grazia Sampietro, del presidente di Confindustria Campania, Giorgio Fiore, del Presidente di Confagricoltura Campania, Michele Pannullo, dell’Assessore al Lavoro e Risorse Umane della provincia di Napoli, Marilù Galdieri. Le conclusioni sono affidate all’assessore regionale al Lavoro della Regione Campania, Severino Nappi.
Il 'Buono Lavoro' consente (per esempio ai giovani nel corso degli studi, sfruttando i periodi di vacanza) di avvicinarsi al mondo del lavoro per piccole prestazioni, quelle spesso più colpite dalla piaga del sommerso, con modalità trasparenti e regolari che prevedono - oltre alla retribuzione dovuta - il versamento dei contributi a Inail e Inps, e forniscono a chi si avvicina per la prima volta al mondo del lavoro l’opportunità di cominciare precocemente a costruire la propria carriera previdenziale e contributiva. Il lavoro occasionale di tipo accessorio regola i rapporti di lavoro a carattere saltuario, per far emergere attività di lavoro nero e tutelare i lavoratori senza protezione assicurativa e previdenziale. I 'buoni lavoro' costano 10 euro ciascuno: al lavoratore spettano 7,50 euro, il resto è riservato ad Inail e Inps. Sono disponibili - presso le sedi provinciali dell’Inps, presso le tabaccherie che aderiscono alla convenzione Inps-Fit, attraverso le procedure telematiche attivabili accedendo al sito www.inps.it - anche buoni da 50 e da 20 euro, per un massimo di 5mila euro all’anno per tutti i lavoratori (per ogni rapporto tra lavoratore e datore di lavoro), tranne che per i cassintegrati che possono percepire solamente sino a 3mila euro per anno.
Il ‘Buono Lavoro’ prevede importanti vantaggi per il lavoratore:
• È esente da imposizione fiscale
• Non incide sullo stato di disoccupato o inoccupato
• Dà diritto alla previdenza Inps e alla copertura assicurativa Inail
• È cumulabile con i trattamenti pensionistici e i trattamenti integrativi del salario (CIG/CIGS).

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©