Istruzione e lavoro / Scuola

Commenta Stampa

Campania Scuola: in arrivo 50 milioni per il trienno 2009-2011


Campania Scuola: in arrivo 50 milioni per il trienno 2009-2011
28/07/2009, 16:07

Si è riunito presso l’Assessorato all’Istruzione della Regione Campania il tavolo di confronto permanente sulla scuola campana. Erano presenti l’assessore Corrado Gabriele, i rappresentanti delle organizzazioni sindacali CGIL, CISL, UIL, UGL, SNALS-CONFSAL e GILDA e il direttore dell’Ufficio Scolastico regionale Alberto Bottino.
Oggetto della discussione, la comune volontà di finalizzare l’utilizzo delle risorse all’ampliamento dell’offerta formativa, con l’ aumento del tempo scuola (anche in considerazione delle richieste dell’utenza), l’eliminazione/riduzione del fenomeno delle pluriclassi nelle primarie (fenomeno in ripresa a causa dei tagli operati), l’istituzione di posti di sostegno, l’istituzione dei corsi serali cancellati dall’Amministrazione scolastica.
Le organizzazioni sindacali hanno richiamato l’attenzione sulla difficile questione del personale docente in esubero (senza sede), e su cui il Ministero impone comportamenti eccessivamente restrittivi che contrastano persino con il contratto decentrato nazionale. Lo sforzo della Regione di istituire nuovi posti, concordi anche i sindacati presenti al tavolo, deve essere accompagnato da quello dell’Amministrazione scolastica nell’impegnare il personale in esubero con le stesse finalità di ampliamento dell’offerta formativa.
“La discussione – ha dichiarato l’assessore all’Istruzione Corrado Gabriele – è stata centrata sugli organici delle scuole statali della regione, che per i pesantissimi tagli operati in particolare dall’azione del Governo, avranno una ricaduta drammatica sulla qualità del servizio e sui livelli occupazionali.
“Il nostro intento è di utilizzare tutte le risorse possibili (in una fase in cui il Governo centrale sottrae risorse proprio al Mezzogiorno) per porre un argine al disastro delle politiche scolastiche governative, istituendo dal prossimo 1° settembre nuovi posti negli organici delle scuole con fondi regionali, come si è già fatto per l’anno scolastico appena trascorso.
“Nello specifico - ha illustrato Gabriele - si farà leva sulle risorse finanziarie sulla dispersione scolastica (PAS), sulla seconda annualità relativa all’accordo dell’aprile 2008 con il precedente governo e sul piano triennale per il miglioramento dell’offerta formativa approvato con la finanziaria regionale 2009, per un investimento complessivo per il triennio 2009/11 di oltre 50 milioni di euro”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©