Istruzione e lavoro / Lavoro

Commenta Stampa

Il cordoglio del mondo politico

Capua: tre operai morti sul lavoro


Capua: tre operai morti sul lavoro
11/09/2010, 14:09

Tre operai sono morti in un incidente sul lavoro avvenuto a Capua. Secondo le prime informazioni dei vigili del fuoco i tre operai stavano lavorando alla bonifica di una cisterna della ditta farmaceutica Pierrel. Due corpi sono già stati recuperati. Sono in corso interventi per cercare di tirare fuori dalla cisterna anche il terzo operaio. 
Erano di una ditta di Agragola i tre malcapitati morti nel corso di una operazione di bonifica di una cisterna diell azienda farmaceutica Pierrel di Capua. Secondo le prime informazione i tre sono stati investiti dalle esalazioni provenienti dalla cisterna, probabilmente dovute ad un processo di fermentazione che si è innescato quando gli operai l'hanno aperta. Sul posto sta arrivando anche una squadra del nucleo Nbcr (Nucleare, Batteriologico, Chimico e Radiologico) del comando di Napoli per dare supporto ai pompieri che stanno già operando.

Il Presidente del Consiglio regionale della Campania, on. Paolo Romano, ha espresso oggi a nome dell'intera assemblea legislativa campana parole commosso cordoglio per la morte dei tre operai della Dsm di Capua.
“Il Consiglio Regionale della Campania - ha affermato il presidente Romano - si stringe con profonda commozione intorno alle loro famiglie e ai loro colleghi. Oggi, per l'intera regione e soprattutto per il Casertano e per Capua è un giorno di grave lutto. La Campania, malgrado gli sforzi fatti in termini legislativi, continua purtroppo a contare le sue vittime sul lavoro segno che di strada da percorrere ce n'è ancora tanta. Sul fronte delle norme, ma evidentemente anche e soprattutto su quello della loro applicazione.
Problematiche sulle quali, al di là del lavoro di chi dovrà accertare le responsabilità del caso, le istituzioni tutte, ed in primo luogo il Consiglio regionale, sono chiamate ad un impegno che deve essere, evidentemente straordinario”.

“Esprimo rammarico per quanto accaduto ed il mio sentito cordoglio alle famiglie dei tre operai morti a Capua mentre erano al lavoro nell'azienda farmaceutica ex Pierrel”
Lo ha dichiarato Nicola Caputo Consigliere regionale e Presidente della Commissione Trasparenza
“Queste tragedie – conclude Caputo – sono destinate a ripetersi tristemente se non si interviene sull’adeguamento delle aziende, sulle leggi in materia di sicurezza e se non si punta sulla formazione delle lavoratrici e dei lavoratori”.

<<Ancora 3 morti sul lavoro, ormai è una ecatombe, provo un senso di profonda tristezza e vergogna>> lo afferma il consigliere del PD Antonio Amato a seguito dell’ennesima tragedia sui luoghi di lavoro a Capua <<Sembra un incubo che si ripete con cadenza fissa, e poi come una litania siamo costretti a piangere le stesse lacrime e ripetere le stesse parole di cordoglio. Ma o si fa qualcosa di fattivo o dobbiamo solo vergognarci. Perché le morti sul lavoro sono la sconfitta dello stato di diritto e delle istituzioni. Invito per l’ennesima volta>> afferma Amato <<la commissione competente ed il consiglio regionale ad esaminare la proposta di legge in materia che io e Gabriele abbiamo presentato a seguito del viaggio sui luoghi di lavoro promosso lo scorso anno. Discutiamo questa proposta, rafforziamola, ma agiamo perché i luoghi di lavoro non si trasformino in cimiteri. Ogni negligenza che fa restare immobili le istituzioni>> conclude Amato <<non è pensabile come sciatteria ma come corresponsabilità a queste morti di gente che stava provando a guadagnare onestamente il pane>>

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©