Istruzione e lavoro / Lavoro

Commenta Stampa

Caserta: venditori abusivi alla Reggia, lo sdegno della UGL


Caserta: venditori abusivi alla Reggia, lo sdegno della UGL
21/02/2009, 11:02

I numerosi banchetti di venditori abusivi presenti quotidianamente nei pressi ed all’interno della Reggia di Caserta e le relative problematiche sindacali e di ordine pubblico che ne scaturiscono hanno spinto il Segretario Provinciale della Ugl Caserta Sergio D’Angelo ad intervenire bruscamente su una situazione che sta uscendo fuori da ogni regola. “Siamo seriamente preoccupati per l’incolumità dei custodi” ha dichiarato il sindacalista “i quali svolgono un compito ingrato senza nessun tipo di solidarietà da parte della sovrintendenza. Infatti “continua D’Angelose da una parte si trovano a dover invitare gli ambulanti a lasciare il suolo della Reggia, anche richiedendo l’intervento della Pubblica Sicurezza, dall’altra si ritrovano minacciati dagli stessi una volta ritornati in reggia e magari sospesi dai dirigenti. Premettendo che in nessun modo il nostro intervento vuole essere rivolto a cittadini di paesi esteri” ha dichiarato il sindacalista “e che non ci interessa ricercare le responsabilità di ciò che è accaduto sino ad oggi, ci preme rimarcare come nel momento stesso in cui il settore turismo venga considerato una delle poche reali possibilità di uscita da una crisi industriale di dimensioni planetarie, si consenta un danno d’immagine ad uno dei simboli della provincia. A questa considerazione va aggiunto che se fosse accertato il carattere abusivo di questi venditori, ci sarebbe un ulteriore danno per quella economia formata dai piccoli commercianti che sopravvivono rispettando le regole.” Per questi motivi il sindacato di Via Roma nei prossimi giorni chiederà un incontro al Prefetto per cercare di risolvete tale annosa problematica.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©