Istruzione e lavoro / Lavoro

Commenta Stampa

La soddisfazione del Segretario Campano Lucci

CISL: Caldoro ha accolto le nostre richieste


CISL: Caldoro ha accolto le nostre richieste
08/06/2010, 10:06

«Dall’incontro di oggi col Presidente Caldoro sono venute fuori buone premesse per un percorso nuovo – ha dichiarato Lina Lucci, Segretario Generale Cisl Campania, a margine dell’incontro dei sindacati col Presidente della Regione Campania tenutosi oggi pomeriggio. - Le richieste relative al metodo che avevamo formulato, infatti, sono state sostanzialmente accolte. Apprezzabile risulta la volontà di avviare un percorso nuovo, centrato sulla chiarezza, la trasparenza e la condivisione delle scelte, in un’ottica integrata.

A queste finalità si ispirano, infatti, sia la previsione di un Tavolo Strategico per la “Stabilità e lo Sviluppo”, sia la previsione che da esso generino singoli tavoli tematici all’interno di un unico quadro organico. Si scongiura, così, il rischio, che tanti danni ha provocato in passato, di iniziative sovrapposte e non collegate tra i vari assessorati. Caldoro, inoltre, ha preso con noi precisi impegni sia di voler condividere le scelte (sempre e a monte) con le parti sociali sia di voler garantire “chiarezza finanziaria” complessiva e capitolo per capitolo.

Fondamentale è poi che la Regione Campania abbia accolto la nostra proposta di distinguere in maniera netta le misure di sostegno dalle misure di sviluppo, come avevamo chiesto senza fortuna anche alla vecchia Giunta.

Anche l’appello della Cisl a intervenire in tempi strettissimi per garantire gli ammortizzatori sociali dopo la scadenza del 30 aprile è stato accolto positivamente da Caldoro, così come la proposta di individuare iniziative e lavori immediatamente cantierabili per dare loro corso e la necessità di riattivare in tempi stretti un tavolo su accordi e contratti di programma. La Cisl valuterà l’azione politica della Regione in ogni caso dai fatti – ha concluso Lucci - il metodo definito oggi, tuttavia, lascia ben sperare, a fronte della situazione disastrosa della regione Campania, emersa anche dai dati diffusi stamattina dalla Banca d’Italia».

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©