Istruzione e lavoro / Lavoro

Commenta Stampa

Cisl: Riforma PA, stop a campagna mediatica


Cisl: Riforma PA, stop a campagna mediatica
08/09/2010, 15:09


NAPOLI - «La Cisl Campania dice basta alla campagna mediatica di questi giorni legata alla riforma della macchina amministrativa regionale – ha affermato Lina Lucci, Segretario Generale della Cisl Campania. – Apprendere dalla stampa che scelte (annunciate e poi talvolta smentite) quali la decurtazione degli stipendi, il decentramento amministrativo, la mobilità d’ufficio e altro ancora sarebbero state assunte senza il minimo confronto con le Organizzazioni Sindacali è una vergogna. Così si crea incertezza che non giova a nessuno, si rischia di replicare un modello di gestione poco trasparente contro cui la Cisl si è fortemente battuta in passato e - soprattutto - si tratta di un modo di fare che non aiuta ad affrontare con la dovuta responsabilità la difficile situazione economica in cui versa la Campania. È per questo che insieme alla Fp (Funzione Pubblica) Cisl abbiamo convocato per domani l’assemblea generale della categoria».

«Dietro ai servizi che la Regione offre alla collettività ci sono persone che in questi anni sono state continuamente demotivate e gradualmente annientate dal potere dispotico della politica clientelare. Mai si è discusso di come si agisce sulla leva della motivazione, delle condizioni in cui operano questi lavoratori, dei problemi igienico-sanitari, della sicurezza degli edifici» ha continuato Lucci.

«Né mai si è parlato del fatto che da 15 anni sono sempre gli stessi 270 dirigenti, a fronte dei 1000, a beneficiare del fondo destinato alla produttività.

O, fatto ancor più grave, non si sa perché si continuano ad assegnare più incarichi, concentrando di fatto maggiori poteri nelle mani della stessa persona che risponde solo al politico di turno. Le duplicazioni di uffici e poltrone si aggiungono ai numerosi altri sprechi della macchina amministrativa, le commissioni regionali in questo ne sono un chiaro esempio (non si conoscono i criteri che si seguono nell’affido degli incarichi).

La Cisl Campania e la Fp Cisl chiedono che si faccia subito chiarezza su questi problemi e sulla corretta politica di impiego delle professionalità per affrontare assieme il rilancio della Pubblica Amministrazione in Campania. L’assessore Sommese convochi ad horas le parti sociali per discutere nel dettaglio della riforma per poter giungere a soluzioni condivise» ha concluso Lucci.

L’assemblea generale promossa dalla Cisl Campania e dalla Fp Cisl si svolgerà domani, a partire dalla 14,15 presso la Sala Riunioni del Centro Direzionale (Isola A/6

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©