Istruzione e lavoro / Università

Commenta Stampa

Come le aziende vincono le sfide della globalizzazione nel mondo della moda e del design


Come le aziende vincono le sfide della globalizzazione nel mondo della moda e del design
29/03/2011, 12:03

Come le aziende vincono le sfide della globalizzazione nel mondo della moda e del design? Quali sono le strategie di comunicazione? A questi interrogativi ha risposto oggi Vittorio Pappalardo della Vip aprendo il programma di testimonianze del Corso in Comunicazione della Moda all'Università di Napoli Suor Orsola Benincasa della docente Elena Perrella.

Pappalardo negli ultimi mesi è stato definito dalla stampa internazionale come "il sarto delle poltrone su misura" che ogni mese mese è nelle pù importanti capitali per incontrare i clienti che gli ordinano le sue poltrone ergonomiche personalizzate. Vittorio Pappalardo, imprenditore artigiano, come ama definirsi lui, con la sua Vip è diventato negli ultimi anni il punto di riferimento per manager e leader politici di tutto il mondo. E lo ha fatto mantenendo, strategicamente, la dimensione artigianale e il laboratorio nel centro di Napoli.

Non a caso Pappalardo è in grado di realizzare poltrone adattabili a qualsiasi ambiente, fatta salva l'ergonomia, grazie alle innumerevoli varianti di tessuti, pelli e legni , che ne consentono l’integrazione totale in qualunque ambiente . Negli ultimi anni le poltrone Vip sono diventate anche uno dei regali più apprezzati. Tra gli ultimi destinatari il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e tanti leader confindustriali, a partire dalla Presidente Marcegaglia.

Fra le tante idee realizzate anche quella di lanciare una linea femminile per le top manager, con tessuti sartoriali e piccoli Swarovski incastonati nei braccioli, per garantire l’espressione della propria femminilità anche attraverso uno strumento di lavoro come la poltrona, finora status-simbol tipicamente maschile.

“La poltrona da lavoro è uno strumento delicato e importante – spiega Pappalardo - quando arrivi a rappresentare un determinato ruolo, hai bisogno di trasmettere messaggi anche attraverso l’abbigliamento o l’arredamento. È per questo che ho bisogno di confrontarmi prima con i clienti, nel caso delle poltrone personalizzate, ne studio esigenze, modi di fare, piccole manie e cerco di tradurli in un pezzo unico.” Ed a renderle tali è anche la matricola , infatti, ogni poltrona è numerata, cosa che ne consente la tracciabilità e l’identificazione: “Un’idea- continua Pappalardo- nata proprio come conseguenza della personalizzazione delle poltrone stesse”.

Ogni poltrona è impreziosita da qualche particolarità: da un portaocchiali, uno specchietto, il portaborse con inciso il proprio nome, il portabiglietti da visita, fino a una fondina porta pistola per consentire a chi è armato di riporre l'arma sotto poltrona.

La Vittorio Pappalardo VIP, fondata circa trentacinque anni fa da Vittorio Pappalardo, figlio di imprenditori del settore, è stata totalmente ristrutturata a fine anni novanta quando Pappalardo ha scelto di puntare solo sul segmento alto del mercato razionalizzando la struttura e innovando il prodotto ed il metodo di lavorazione. E il mercato gli ha dato ragione portandolo a costanti incrementi di fatturato che, anno dopo anno, vengono riconfermati, senza mai perdere di vista il core business : le poltrone e la grande attenzione al cliente.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©