Istruzione e lavoro / Scuola

Commenta Stampa

Venerdì tocca ai siciliani, lunedì 17 per gli altri studenti

Cominciato oggi l’anno scolastico nel Lazio e Campania


Cominciato oggi l’anno scolastico nel Lazio e Campania
13/09/2012, 12:04

ROMA - La gran parte degli alunni sono già tornati tra i banchi da alcuni giorni. Oggi e' toccato agli studenti di Campania e Lazio. I siciliani, invece,  torneranno a sedersi tra i banchi venerdi' mentre gli studenti di Abruzzo, Basilicata, Calabria, Emilia Romagna, Liguria, Puglia e Sardegna lo faranno solo lunedì 17 settembre.

Ma Il nuovo anno scolastico inizia con una importante novità:  la digitalizzazione e l'abbandono della carta. Obiettivo, liberare aule e segreterie scolastiche da faldoni e fotocopie e ridurre, fino ad eliminarle del tutto, le spese sostenute dalle scuole per l'acquisto di documenti cartacei per la gestione amministrativa e la didattica. Questa  la nuova scuola illustrata  dal ministro dell'Istruzione, Francesco Profumo,  in occasione della presentazione del nuovo anno scolastico 2012/2013.

Iscrizioni online, registri elettronici, rilevazione automatica delle presenze ma anche tecnologie per abbattere le spese telefoniche, risparmio energetico e banda larga. Iniziative presentate, in linea con il Piano avviato dal Miur per la dematerializzazione delle procedure amministrative e dei rapporti con le comunita' dei docenti e del personale.

Con la digitalizzazione della scuola, ha spiegato Profumo, ''non solo ci sara' un risparmio di 30 milioni di euro ma anche un risparmio di sistema: le persone non dovranno piu' muoversi e le citta' saranno meno inquinate. Sposteremo i servizi direttamente ai cittadini'' superando ogni lontananza e questo e' ''un cambiamento culturale fondamentale. In questa fase di revisione della spesa l'obiettivo e' anche disegnare la scuola del futuro in termini di modelli gestionali''.

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©