Istruzione e lavoro / Imprese

Commenta Stampa

Comitato Save Madre, Lorand Hegyi non entrerà nel nuovo Cda


Comitato Save Madre, Lorand Hegyi non entrerà nel nuovo Cda
24/02/2011, 15:02

"All'indomani delle dimissioni del Cda della Fondazione Donnaregina - spiegano i promotori del comitato Save Madre l' ex assessore provinciale Francesco Emilio Borrelli ed i consiglieri comunali e provinciali Emilio di Marzio e Livio falcone - l'assessore regionale competente ha fatto sapere di averne assunto la Presidenza e di aver già scelto e contattato i due futuri altri membri del Cda che dovrà procedere allo smantellamento dell'attuale organigramma del museo Madre". "Non si discute - continuano - ovviamente il nome di Natalino Irti, figura di indubbio prestigio nel panorama dei giuristi italiani, né si discute l'ottimo profilo di Lorand Hegyi, critico internazionale, attuale direttore del museo di Saint-Etienne in Francia, peraltro tra i 200 promotori proprio dell'appello internazionale “Save Madre”. C'è solo un problema. Non risulta che lo studioso ungherese sia mai stato contattato dalla Regione Campania".
Tra l'altro il curatore napoletano Eugenio Viola, in continuo contatto con Hegyi per motivi di lavoro, lo ha rintracciato telefonicamente.
“Lorand – afferma Viola – non sapeva nulla delle intenzioni della Regione Campania. Nessuno l'ha mai contattato da Santa Lucia. Allora gli ho spiegato rapidamente la situazione in atto e le ragioni delle dimissioni del vecchio Cda. Mi ha detto che mai potrebbe fare qualcosa contro Achille Bonito Oliva, al quale lo lega un'antica amicizia”.
"E' lecito - conclude - chiedere all'assessore regionale di dire la verità almeno quando si tratta di nomine pubbliche e visto che stiamo parlando del destino del Madre, una delle più importanti istituzioni culturali napoletane"?

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©