Istruzione e lavoro / Imprese

Commenta Stampa

Querelle su responsabilità ed oneri

Commercio: Napoli, SoS Confesercenti per chiusure attività


.

Commercio: Napoli, SoS Confesercenti per chiusure attività
22/08/2013, 12:16

NAPOLI – Al di là delle polemiche al vetriolo che stanno surriscaldando quest’estate napoletana 2013, i veri problemi sono molto lungi dall’essere risolti, anzi, dall’essere proprio presi in considerazione. Se da una parte il dibattito è orientato sui de Magistris’ Brothers impegnati a superare la catena umana contraria all’assunzione di Claudio al Forum delle Culture in qualità di super direttore organizzativo con un impegno di spesa di 40mila euro all’anno, dall’altra l’economia cittadina cola a picco,  commercio affonda nel dimenticatoio istituzionale e politico. Lancia nuovamente l’allarme il presidente di Confesercenti Napoli, Vincenzo Schiavo: ''La chiusura di molte attività, molte storiche di Napoli  è dovuta solo in parte alla crisi economica; il vero problema è il lento sgretolamento del tessuto commerciale partenopeo, di tutti quegli esercizi che hanno fatto la storia di questa città''. Sulla scia delle parole di Schiavo va sottolineato come una sostanziosa fetta del commercio in città faccia parte della storia e per alcuni versi del folklore di Napoli, per cui servirebbe, come evidenzia Schiavo: “ una rigida normativa comunale che tuteli le attività storiche . Sono ancora ttroppo elevati, ad esempio, i prezzi degli affitti di locali considerati ad alto reddito, quando sappiamo bene che la crisi a causa della stretta sul potere d'acquisto,ha colpito in egual misura tutto il settore commerciale, su cui gravano canoni altissimi e imposte di ogni genere''. Schiavo conclude la sua nota sottolineando con amarezza: “oggi molti negozi o botteghe artigiane si trovano ad assistere a cambi di destinazione d'uso o ad essere sostituite da altre attività, solo apparentemente più redditizie, ma che inevitabilmente abbassano il profilo qualitativo commerciale, aprendo un vulnus nella stessa cultura commerciale di Napoli''.

Commenta Stampa
di Rosario Lavorgna
Riproduzione riservata ©