Istruzione e lavoro / Imprese

Commenta Stampa

Confcommercio: Domani a Caivano l'inaugurazione della prima sede locale dell'associazione


Confcommercio:  Domani a Caivano l'inaugurazione della prima sede locale dell'associazione
02/11/2011, 16:11

Domani 3 novembre alle ore 15 in via Mercalli n. 1 avrà luogo l’inaugurazione e, a seguire, l'assemblea generale della prima Ascom - Confcommercio di Caivano, con conseguente nomina del direttivo e del consiglio. Alla manifestazione è atteso il sindaco di Caivano Antonio Falco, che taglierà il nastro insieme al presidente della Confcommercio di Napoli e provincia Pietro Russo ed al neo presidente dell’Ascom di Caivano Demitry Senofonte, anche delegato di Cardito. Con loro ci saranno inoltre il vicepresidente della Confcommercio partenopea, con delega all'amministrazione, Gaetano Coppola nonché l'assistente del presidente provinciale Vincenzo Cordaro.

La cittadina in cui inaugurerà la nuova Ascom vanta attualmente non meno di duecento aziende i cui rappresentanti sono stati puntualmente invitati all’evento e naturalmente a prendere parte d’ora in poi alla vita associativa dei commercianti caivanesi.

All'ordine del giorno anche l'elezione dei responsabili delle varie categorie merceologiche.

“Sono entusiasta – ha dichiarato Senofonte – di questo nuovo incarico. Si tratta per la città di un grande passo avanti verso la ripresa economica trattandosi dell'associazione aderente a Confcommercio provinciale più rappresentativa per quanto concerne il commercio, il turismo, i servizi, le PMI e le professioni della provincia di Napoli. E l’unione, come si suol dire, fa sempre la forza”.

Soddisfatto anche il presidente della Confcommercio di Napoli e provincia Pietro Russo, che dal canto suo ha commentato: “La casa delle imprese si allarga ulteriormente, andando ad abbracciare non solo nuove aree territoriali ma un numero sempre maggiore di iscritti alla nostra associazione, imprenditori che scelgono di entrare a far parte della nostra famiglia perché evidentemente riconoscono la bontà del nostro operato e questo ovviamente ci gratifica”.



Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©