Istruzione e lavoro / Imprese

Commenta Stampa

Confcommercio: una task – force contro l’emergenza accesso al credito


Confcommercio: una task – force contro l’emergenza accesso al credito
22/02/2011, 16:02

I rappresentanti dei Confidi di riferimento del sistema Comfcommercio Imprese per l’Italia della provincia di Napoli (Confidi PMI Campania, Co.na.ga scpa, Confidi Ascom Torre del Greco), i rappresentanti degli Intermediari del Credito (facenti capo a FIMAA – Federazione Italiana Agenti d’Affari in Mediazione) ed i vertici di Confcommercio Napoli e provincia si sono riuniti oggi per discutere dell’emergenza accesso al credito che in questi giorni affligge tanta parte del terziario.

L’incontro, voluto dal presidente della Confcommercio di Napoli e provincia Pietro Russo, si è incentrato sulla necessità di accrescere l’opportunità di accesso al credito per le imprese del terziario e delle piccole e medie imprese del territorio partenopeo.

Una vera e propria task-force, riunita per la prima volta per l’avvio di un tavolo permanente sulla tematica credito a trecentosessanta gradi, è stata quindi costituita tra i vari Confidi con l’obiettivo di fornire consulenza, assistenza, garanzia e tutoraggio alle aziende piccole e medie nel percorso di accesso e permanenza nei processi del Credito.

“E’ un ulteriore segnale – ha commentato al termine dell’incontro Pietro Russo – della volontà di Confcommercio Napoli di rafforzare la propria presenza a fianco delle piccole e medie imprese locali soprattutto in questa delicata fase economica. Pur nel rispetto delle autonomie e delle diverse funzioni rivestite dai partner presenti all’incontro – ha sottolineato ancora il presidente della Confcommercio partenopea – bisogna far sì che le necessità e le istanze delle aziende, che si muovono purtroppo in una situazione congiunturale negativa, come purtroppo ci ha ricordato il recente episodio di suicidio del titolare della ditta BRUMS, siano costantemente all’attenzione di chi svolge un ruolo importante di mediazione tra le banche e le imprese. Un forte richiamo, infine, va indirizzato – ha concluso Russo - alle istituzioni in generale ed in particolare a Regione, Provincia e Comuni affinché affrontino sinergicamente il problema”.

Si tratta, ha spiegato quindi Russo, di un’iniziativa volta a supportare le imprese giovani, che non riescono a beneficiare dei servizi offerti dalle banche, ma anche per quelle già avviate che versano in difficoltà. “In entrambi i casi”, ha spiegato infatti Russo, “saranno messi per la prima volta a disposizione dei tutor che accompagneranno i titolari delle imprese nel loro percorso imprenditoriale fornendo consigli che solo chi conosce bene il mercato è in grado di fornire”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©