Istruzione e lavoro / Imprese

Commenta Stampa

Confindustria, incontro con l'Assessore Vetrella su tema TPL


Confindustria, incontro con l'Assessore Vetrella su tema TPL
01/06/2012, 12:06

Sul tema delle gravi difficoltà che il settore trasporto pubblico locale vive giornalmente, si è svolto un incontro tra l’Assessore ai Trasporti e alle Attività produttive della Regione Campania, Sergio Vetrella, il Presidente di Confindustria Campania, Giorgio Fiore, ed il Coordinatore della Commissione TPL Campania, Gerardo Buonocore.

L’incontro è stato utile per condividere idee e proposte ed evidenziare le criticità del comparto che, è emerso, non sono unicamente campane ma sono vissute in simile misura anche da altre regioni italiane.

Confindustria Campania e la Regione Campania hanno condiviso, analogamente a quanto messo in campo per il settore sanità, la necessità di ripianare i debiti e, dunque, risanare le imprese attraverso la richiesta, da parte della Regione Campania al Governo, di una deroga che consenta lo sforamento del patto di stabilità e l’adozione di un piano di risanamento in un lasso di tempo di 5-6 anni. Deroga che il Governo potrebbe tranquillamente concedere sulla base della legge 78/2012. Inoltre, si è concordi anche nell’avallare una richiesta di adozione di ammortizzatori sociali per il comparto che al momento non ne può usufruire.

“Il piano di risanamento è l’unico strumento che abbiamo al momento a disposizione per poter salvare le aziende e allo stesso tempo non far ricadere significative sofferenze sul mondo imprenditoriale” afferma l’Assessore Vetrella.

Il Presidente Fiore è del parere che la concessione di tale deroga sia fondamentale in quanto consentirebbe alla Regione Campania di poter pianificare i diversi interventi nel tempo e, inoltre, permetterebbe alle aziende di far fronte alle proprie obbligazioni adempiendo ai propri debiti generando un circuito virtuoso.

Conclude il delegato al TPL Campania, Gerardo Buonocore “La soluzione proposta dall’Assessore Vetrella rappresenta il giusto compromesso per cercare di risolvere la nostra delicata situazione. Restiamo, pertanto, fiduciosi in attesa di questo pronto riscontro da parte del Governo”

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©