Istruzione e lavoro / Lavoro

Commenta Stampa

CONFRONTO SU EDUCAZIONE E VIOLENZA A VICO EQUENSE


CONFRONTO SU EDUCAZIONE E VIOLENZA A VICO EQUENSE
11/09/2008, 15:09

Dare una ‘chance’, una possibilità ai ragazzi che hanno abbandonato la scuola, dandogli appoggio e supporto nel contesto degradato e violento in cui vivono. E’ questo il merito e l’obiettivo raggiunto da ‘Chance’, progetto preso ad esempio e analizzato nell’ambito della VI azione di interscambio di “Eurosocial Educazione e violenza”, in corso all’Hotel Oriente di Vico Equense (Napoli) dal 10 al 16 settembre,programma di cooperazione della Commissione Europea, il cui obiettivo è l’aumento dei livelli di coesione sociale in America Latina, tramite lo scambio di esperienze concrete, “best practices”, assistenza pratica e formazione. In questa sesta azione di interscambio, ideata, organizzata e cofinanziata dal Cisp-Sviluppo dei popoli, ong da tempo impegnata a gestire e occuparsi dell’educazione in contesti di violenza, sono coinvolti 6 Paesi sudamericani (Messico, Salvador, Costa rica, Colombia, Uruguay e Argentina), 5 università e vari enti locali.

“Chance dimostra come scuola, giovani e territorio – spiega Francesco Mazzone, responsabile Eurosocial per il Cisp - non siano solo teatro di violenze, soprusi e vandalismo, ma anche luogo di buone pratiche, che laddove sono state realizzate possono essere scambiate e comunicate ad altri Paesi. Il lavoro è concentrato su due fronti: sia nel dare appoggio ai ragazzi che formazione ai docenti e educatori che si trovano a lavorare con loro”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©