Istruzione e lavoro / Scuola

Commenta Stampa

Coni, presentati i Giochi della Gioventù 2010


Coni, presentati i Giochi della Gioventù 2010
05/05/2010, 15:05


NAPOLI - Circa tremila ragazzi di 94 istituti secondari di primo grado della Provincia di Napoli prenderanno parte, mercoledì 12 e giovedì 13 maggio al Palavesuvio di Ponticelli, alla fase finale dei Giochi della Gioventù 2010. La manifestazione, patrocinata dalla Provincia di Napoli e giunta quest’anno alla quarta edizione, è stata presentata questa mattina (mercoledì 5 maggio) presso i saloni del Coni provinciale di Napoli. Sono intervenuti il presidente del Coni partenopeo Amedeo Salerno, i vicepresidenti Antonio Chieffo e Sergio Roncelli, l’assessore al Turismo e allo Sviluppo della Provincia di Napoli, Valeria Casizzone e il responsabile dell’ufficio Educazione fisica e sportiva della Provincia di Napoli, Raimondo Bottiglieri. “In due anni abbiamo raddoppiato il numero delle scuole partecipanti, passando dalle 55 del 2008 alle 94 di quest’anno”, ha dichiarato in sede di presentazione il presidente Salerno. “Questo impegno – ha continuato - dimostra come il Coni non sia un ente che punta soltanto ai grandi risultati sportivi. Tutto quello che riguarda l’attività motoria nella scuola primaria e secondaria è al centro dei nostri programmi, anche perché fare sport nelle scuole significa togliere i ragazzi dalla strada”. Anche l’assessore Casizzone ha elogiato l’impegno del Coni: “Nonostante la crisi economica che ha colpito tutti i settori, il Coni porta avanti progetti che coinvolgono decina di migliaia di studenti. In particolare, i Giochi della Gioventù sono un’occasione di partecipazione per tutti i ragazzi, che vengono avvicinati alla pratica sportiva in modo divertente e coinvolgente”. Tante, infine, le iniziative extrasportive per i partecipanti. Innanzitutto, ogni classe ha disegnato una mascotte: le giurie provinciali sceglieranno la migliore, che diventerà il simbolo della manifestazione. Docenti ed alunni hanno anche realizzato un fumetto e girato uno spot con una videocamera: i migliori verranno pubblicati sul sito www.giochidellagioventu.coni.it. Infine, ogni classe ha potuto mettere a confronto due soggetti coinvolti nel progetto (insegnanti, alunni o genitori) attraverso l’intervista doppia, sul modello di quelle del programma televisivo “Le Iene”. Al progetto, partito lo scorso settembre, hanno preso parte complessivamente 28mila alunni di 94 istituti secondari di primo grado partenopei: coinvolte circa 1.300 classi. Alla fase finale, quella che si terrà al Palavesuvio, parteciperà una sola classe per ogni scuola.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©