Istruzione e lavoro / Imprese

Commenta Stampa

Convegno all'Acen su linee e leve per lo sviluppo economico della Campania


Convegno all'Acen su linee e leve per lo sviluppo economico della Campania
04/07/2011, 11:07

Focus group degli enti di ricerca e uffici studi delle istituzioni pubbliche, private e sociali della Campania CONVEGNO LINEE & LEVE PER LO SVILUPPO ECONOMICO DELLA CAMPANIA ACEN Piazza dei Martiri 58, Napoli 6 luglio 2011 ‐ Ore 10.30. 

PROGRAMMA Ore 10.30 ‐ APERTURA DEI LAVORI RODOLFO GIRARDI Presidente ACEN Ore 10.45 ‐ PRESENTAZIONE DEI PAPER a cura dei ricercatori del Focus Group Coordina i lavori Paola Clarizia ‐ ARLAS Ore 11.45 ‐ RELAZIONI FRANCESCO IZZO Ordinario di Strategie dell’Innovazione e di Marketing dei Sistemi Territoriali Seconda Università degli Studi di Napoli FORTUNATO D’ANGELO Presidente del Raggruppamento delle imprese e dei servizi innovativi e tecnologici Confindustria Campania AMBROGIO PREZIOSO Unione Industriali di Napoli Consigliere Delegato al Centro Studi Ore 13.30 – CONCLUSIONI RAFFAELE TOPO Segretario Commissione Bilancio e Finanza, Demanio e Patrimonio della Regione Campania

Il convegno sarà incentrato sui paper elaborati dai ricercatori degli enti aderenti al focus intitolati:  Le Energie Rinnovabili in Campania: un’analisi del territorio  Il settore dei Trasporti e della Logistica in Campania  Il settore delle costruzioni in Campania  I Beni culturali in Campania  Un nuovo management plan per il distretto archeologico vesuviano  Il microcredito come strumento di politiche per lo sviluppo e l'occupabilità  Federalismo, democrazia e risorse pubbliche Enti aderenti al Focus Group: Acam, Acen ‐ Centro Studi, Arlas, SRM ‐ Studi e Ricerche per il Mezzogiorno, Autorità Portuale di Napoli, Banca d’Italia, Cesiaic, Cnr‐Irat Campania, Confapi Campania, Confindustria Campania, Il Denaro, Istat, Ministero dell’Economia e delle Finanze‐ Ragioneria Provinciale dello Stato, Provincia di Napoli, Regione Campania, Unioncamere Campania, Unione degli Industriali di Napoli‐Centro Studi, Iter Srl

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©