Istruzione e lavoro / Università

Commenta Stampa

Il rapporto di “Migrantes”: oltre 17mila studenti emigrati

Cresce il numero di studenti che preferiscono l’estero


Cresce il numero di studenti che preferiscono l’estero
21/06/2011, 12:06

Cresce il numero degli studenti che hanno scelto l’estero per completare e approfondire gli studi. Il numero dei fuori sede all’estero, infatti, è passato da 13.236, nell’anno accademico 2000/01, a 17.754 nel 2008/09 e quello degli studenti stranieri in Italia è passato, negli stessi anni, da 8.739 a 15.530.
È quanto emerge dal VI Rapporto della Fondazione Migrantes sull’emigrazione, presentato stamani a Roma. Nell’anno accademico 2008/09, la destinazione preferita dagli studenti universitari italiani è stata la Spagna, paese nel quale si sono recati in 6.548. Numerosi sono anche coloro che hanno scelto la Francia (2.816), la Germania (1.680) e il Regno Unito (1.312); abbastanza alto (626) è anche il numero di quanti si sono recati in Belgio. Appare evidente che nella scelta sono state favorite le nazioni nelle quali vengono parlate le lingue più simili all’italiano (cioè lo spagnolo ed il francese) e quelle più conosciute nel nostro Paese (inglese e tedesco). Comunque, un certo numero di studenti italiani ha scelto come meta ogni nazione partecipante al Programma Erasmus, anche se in alcune la presenza italiana si limita a casi isolati.
In aumento anche gli studenti italiani, tra i 16 e i 18 anni, che partono alla volta dell’estero anticipando il momento degli stages universitari. Sono liceali che sperimentano i progetti Intercultura, Wep o Comenius, che hanno scelto di lasciare le scuole italiane al quarto anno.

Commenta Stampa
di AnFo
Riproduzione riservata ©