Istruzione e lavoro / Imprese

Commenta Stampa

Crisi, Moretta (Commercialisti): Una nuova cultura d'impresa per cogliere opportunità future


Crisi, Moretta (Commercialisti): Una nuova cultura d'impresa per cogliere opportunità future
16/12/2013, 10:51

NAPOLI – “La crisi ha duramente colpito gli studi professionali, ma i commercialisti sono in prima linea per la ripresa. Oggi occorre pensare ad una nuova cultura degli studi professionali, che sia profondamente diversa da quella attuale. I tempi cambiano ed è necessario che la categoria si adegui puntando su politiche di aggregazione e sviluppo, legate a maggiori specializzazioni e all’innovazione tecnologica”. Lo ha detto Vincenzo Moretta, presidente dell'Ordine dei dottori commercialisti ed esperti contabili di Napoli, nel corso del convegno “Nuove logiche di organizzazione e gestione degli studi professionali”, organizzato da Fiddoc (Federazione Italiana Donne Dottori Commercialisti).
Per Antonella La Porta, presidente Fiddoc, “il programma di lungo periodo della nostra federazione è legato ad iniziative per la tutela e la valorizzazione della professione in tutti i suoi aspetti. Riteniamo che i professionisti siano la struttura portante della nostra economia, ma adesso bisogna puntare su una ripresa che poggi su basi serie, strutturate ed organizzate”.
Liliana Speranza, consigliere Odcec Napoli ed ex presidente Fiddoc, ha dichiarato: “Una nuova opportunità può arrivare dall’Unione europea, dal momento che nei prossimi mesi anche gli studi professionali potranno attingere dai fondi comunitari. Sarà un punto di forza da sfruttare appieno”.
Al convegno sono intervenute le docenti Filomena Buonocore e Valentina Grassi, il segretario Fiddoc Simona Chiocchiarelli e i professionisti Aurelio Fedele e Roberto Coppola.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©