Istruzione e lavoro / Lavoro

Commenta Stampa

Cultura e diritti, a Caserta riunione della Cgil


Cultura e diritti, a Caserta riunione della Cgil
07/09/2010, 13:09


CASERTA - Il 6 settembre 2010, presso la sede CGIL di Caserta si è riunita l’area tematica “Cultura e diritti”, con la partecipazione della Segretaria Provinciale Camilla Bernabei. La riunione è stata introdotta dal coordinatore Pasquale Iorio, il quale ha sottolineato: “Grazie al contributo di varie competenze e professionalità, a nuova area tematica ha il compito di promuovere iniziative ed attività sui temi della cultura e della ricerca economico-sociale, dei saperi e dell’innovazione, della coesione sociale e della legalità, intesi come precondizione per ogni politica di sviluppo produttivo e del benessere delle persone”.
In particolare l’attenzione sarà rivolta ad azioni per la crescita di una cultura della cittadinanza e della partecipazione responsabile, su cui aprire un confronto con le altre associazioni del mondo del lavoro e delle imprese, con la rete del terzo settore e del volontariato, con gli enti locali e le istituzioni impegnate sul fronte della istruzione e della formazione, della ricerca e dell’innovazione, in un’ottica di forte integrazione con le politiche attive del lavoro a livello territoriale, nazionale ed europeo.
Su questi temi si sono soffermati nei loro interventi Jean René Bilongo (Mediatore culturale), che ha ricordato l’importante iniziativa in memoria di J.E. Masslo, che si terrà a Villa Literno dal 20 al 22 ottobre, promossa dalla Flai CGIL; Gianni Cerchia (Università del Molise); Maria Luisa Chirico e Bruno Schettini (Docenti della SUN, che hanno sottolineato di battersi per affermare il diritto all’istruzione pubblica e all’apprendimento permanente); Silvio Della Corte e Ninì Palaia (FLC, Proteo Fare Sapere); Stella Einsberg (Scrittrice,che si è soffermata sui diritti alla parità di genere).
A conclusione della riunione, la segretaria Bernabei ha sottolineato il ruolo di arricchimento che l’area tematica è chiamata ad offrire per la crescita culturale di Terra di Lavoro, fondata sui valori dei diritti fondamentali, della coesione e inclusione sociale, con un programma di incontri sui 150 anni dell’Unità. In primo luogo si punterà ad un filone di lavoro dedicato ai temi dei diritti sociali e del lavoro, in occasione dei 40 anni dello Statuto dei diritti dei lavoratori. In merito verrà avviata una collaborazione con la Fondazione Di Vittorio, a partire dalla presentazione in ottobre del nuovo libro curato da Andrea Gianfagna sul Piano del lavoro e sul Mezzogiorno negli anni 50.
In collaborazione con la Piazza del Sapere, nella seconda metà di settembre verrà organizzato un incontro per presentare alla Feltrinelli di Caserta il libro di Dario Missaglia: “Educo ergo sum” – Ediesse.
Un altro campo di iniziative può essere quello della legalità e beni confiscati. Infine, c’è tutto il capitolo dell’innovazione e della formazione, a partire dalla lotta per il diritto all’istruzione e all’università pubblica.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©