Istruzione e lavoro / Lavoro

Commenta Stampa

DA LUNEDÌ 22 AL 30 SETTEMBRE A PROCIDA LA SUMMER SCHOOL DELL’ OSSERVATORIO EUROMEDITERRANEO E DEL MAR NERO


DA LUNEDÌ 22 AL 30 SETTEMBRE A PROCIDA LA SUMMER SCHOOL DELL’ OSSERVATORIO EUROMEDITERRANEO E DEL MAR NERO
20/09/2008, 12:09

Prenderà il via lunedì 22 settembre la terza edizione della Summer School “L’Impresa culturale nel Mediterraneo” organizzata a Procida dall’ Osservatorio Euromediterraneo e del Mar Nero (www.mediterraneomarnero.it) presieduto da  Raffaele Porta con un partenariato tra il Comune di Napoli, l’Università degli Studi di Napoli L’Orientale e la Fondazione IDIS – Città della Scienza.

La scuola si concluderà il 30 settembre e vedrà anche quest’anno la partecipazione di prestigiosi docenti delle principali Università del bacino del Mediterraneo nonché di professionisti e di esperti del mondo dell’informazione e delle imprese.
Non mancheranno lectio magistralis come quella del Presidente di Rai Trade Renato Parascandolo, del Direttore del Teatro Festival Italia Renato Quaglia, il filosofo Franco Cassano e dello scrittore Predrag Matvejevic.
L’iniziativa nasce con l’obbiettivo di favorire l’incontro tra giovani ricercatori universitari delle due sponde del Mediterraneo che si confronteranno su importanti temi quali la salvaguardia del patrimonio artistico e culturale e sull’uso e la diffusione delle nuove tecnologie nei Paesi dell’area del Mediterraneo.
 “Con iniziative come questa Summer School -dichiara Porta- vogliamo creare una nuova generazione euromediterranea di “imprenditori della cultura.”
“Anche quest’anno la Summer School dell’Osservatorio” - dichiara il coordinatore scientifico della Summer School Luigi Mascilli Migliorini-– “ospita trenta giovani laureati provenienti da diversi Paesi del Mediterraneo e del Mar Nero, Tunisia, Bulgaria, Macedonia, Marocco, Francia, Spagna, Algeria e da diverse università italiane. Un’occasione di incontro tra culture diverse, dunque, ma anche di formazione specialistica e di scambio di competenze, esperienze, professionalità”.
La giornata del 22 si aprirà con un confronto “sullo stato dell’informazione nello spazio mediterraneo” al quale parteciperanno i giornalisti Nacera Benali di Al Watan, Rossend Domenech  di El Periodico, Carlo Gambalonga dell’Ansa, Giancarlo Licata del  Tg3 Mediterraneo ed Ahmed Rafat di Adnkronos International.
La giornata proseguirà poi con l’inaugurazione della mostra di Eugenio Tibaldi prodotta da Arteteca / Exposito - Osservatorio Giovani Artisti Napoli “My personal bridge. Unitary project about formal and informal economy”.

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©